Come rimuovere (e prevenire) le macchie di insetti su una carta da parati

Mueckenfleck-Tapete

Eccolo lì, spiaccicato sulla vostra bella carta da parati, un insetto morto! Le zanzare in particolare spesso non lasciano altra scelta che di schiacciarle contro il muro. Sulle tappezzerie questo crea un problema visito e spesso sottostimato, ma è possibile evitarlo.

Le stagioni hanno ovviamente un impatto sull’eventualità che accada una cosa del genere, ma insetti di ogni tipo riescono ad entrare a casa vostra (e sulla vostra meravigliosa carta da parati) in primavera, estate autunno ed inverno. Falene, ragni, insetti vari e vespe - i colpevoli possono essere di ogni tipo, e non sempre immediatamente riconoscibili. Potete trovarvi una varietà di sostanze sulle vostre pareti, dal “sangue” rosso, blu o verde, a del materiale appiccicoso di consistenza varia. Quando dovete rimuovere degli insetti morti, o quello che rimane di loro, occorre prestare grande attenzione per evitare di danneggiare ulteriormente la superfice della carta da parati ed allargare la macchia.

Molto spesso succede che gli insetti si prendano una piccola pausa sulla vostra tappezzeria e vi lascino un minuscolo “regalino”. Queste cosiddette “macchioline d’insetto” si asciugano poi sulla carta e sono scoperte solo molto tempo dopo. In ogni caso è importante ricordare il detto: non usare un martello pneumatico per aprire una noce - affronta ogni situazione pensando bene prima alle conseguenze.

Questa guida vi spiegherà come rimuovere macchie d’insetto fresche o già asciutte con gentilezza, così da non danneggiare la vostra carta da parati, oltreché come evitarle in primo luogo.

Mueckenfleck-an-Tapete

Informazioni generali

Vi suggeriamo di conservare con cura gli inserti che specificano le caratteristiche della vostra carta da parati di design o a motivi che avete comprato nel nostro negozio di tappezzerie, così da poterla recuperare quando vi dovesse servire. Questo è estremamente importante se non vi ricordate più bene le istruzioni sulla cura e pulizia della vostra nuova tappezzeria, dato che potrete sapere in un istante se questa è resistente all’acqua, lavabile, altamente lavabile, spugnabile o altamente spugnabile. Solo dopo aver determinato questo potrete trattare ogni macchia o danno causato da insetti nella maniera adeguata. Una piccola percentuale di rischio non può essere evitata, ma cercheremo di minimizzarla tramite le informazioni fornite in questa guida.

In generale: le tappezzerie satinate, luccicanti, metalliche, ad effetto carta stagnola, in rilievo e con goffratura, così come quelle adornate con elementi decorativi, non devono essere mai trattate con oggetti appuntiti, gomme per cancellare o spazzole. Assolutamente vietati sono anche i prodotti per rimuovere le macchie specifici per carta da parati o per un determinato tipo di macchie (ad esempio il sangue), detergenti casalinghi, detersivi, aceto, acido citrico e bicarbonato di sodio. Usate solamente dell’acqua, al massimo con un goccio di detersivi per piatti per ottenere una soluzione saponata.

Il nostro negozio di carta da parati, offre un vasto campionario di tappezzerie di design con superfici speciali in materiale tessile o naturale. La maggior parte di queste carte da parati sono resistenti all’acqua ma non lavabili, il che significa che queste superfici possono essere trattate solo con un panno umido (non bagnato!). Questo proteggerà la forma e la goffratura dell’area trattata.

Fliegendreck-Tapeten

Come rimuovere macchie e resti d’insetto ancora freschi

Molte persone hanno paura degli insetti (specialmente dei ragni), altre non vogliono essere morsicate o non riescono a sopportare il fastidioso ronzio delle zanzare. Non appena l’insetto si posa viene di conseguenza schiacciato. Può succedere sulla parete, lasciando una traccia di sangue ed altre sostanze indefinite, spesso ben distribuite dalla paletta schiaccia insetti sulla vostra preziosa carta da parati di alta qualità.

Per rimuovere macchie o resti d’insetto ancora freschi seguite questi passi:

  • Usate l’angolo di un fazzolettino o di carta assorbente per rimuovere con cura i resti dell’insetto dalla parete. Fate attenzione a non spalmarli.
  • Rimuovete ora gli elementi liquidi come il sangue con un altro fazzolettino pulito. Toccate appena l’area, facendo molta attenzione.
  • Se sono rimaste delle tracce sul muro, prendete un panno in microfibra (o alternativamente un pezzetto di spugna tagliato per l’occasione), inumiditelo con l’acqua e toccate con gentilezza l’area in questione, senza spalmare! Potete usare anche dell’acqua gassata a questo scopo, dato che il diossido di carbonio funziona come solvente delicato.
  • Se conoscete le caratteristiche per la pulizia della vostra carta da parati (la migliore situazione possibile), potete adattare il metodo di pulizia a seconda se questa è lavabile, altamente lavabile spugnabile o altamente spugnabile. Potete trovare ulteriori informazioni a questo riguardo nella nostra guida blog Carta da parati lavabile - una soluzione pulita, che spiega quali detergenti e strumenti utilizzare per ogni tipo di tappezzeria.

Suggerimento:

se non trovate più le istruzioni che vi sono state spedite al momento dell’acquisto, potete ricercare il vostro modello di carta da parati nel nostro negozio id tappezzerie online per poter accedere a queste informazioni (a patto che ve ne ricordiate il nome!). Troverete le caratteristiche della carta da parati nella descrizione dell’articolo anche per i modelli non più in vendita.

Fliegenschiss-an-Tapete

Come prevenire macchie d’insetto sulla vostra carta da parati

Cominciamo con il dire la cosa più ovvia: cercate di resistere alla tentazione di spiaccicare il povero insetto ed usate gli altri due metodi segnalati qui sotto per rimuoverlo dalla carta da parati. Certo, il desiderio di ucciderlo è spesso basato su un profondo senso di disgusto e paura, ma, per qualche strana ragione, questo non si applica a tutti gli insetti. Pochi di noi penserebbero di schiacciare una piccola e bella coccinella. Affrontate la situazione con un po' di rispetto per l’insetto (e per la vostra esclusiva carta da parati!), come fareste per ogni tipo d’insetto, anche quelli “carini”. Scordatevi per un minuto delle vostre paure e del vostro disgusto, o chiedete ad un membro della vostra famiglia o ad un'altra persona di rimuoverlo. Se vi sentite in grado di farlo da soli, meglio ancora!

Con tutti gli insetti che si muovono camminando, o volando molto lentamente, come ad esempio, bacherozzi, api, ragni eccetera, potete prendere un foglio di carta e spingerlo con gentilezza sotto l’animaletto. Questo camminerà o cadrà sul foglio (o sul pavimento). Una volta raccolto con un giornale, potete aprire la finestra e gettarlo fuori.

Alternativamente, se questo metodo non dovesse funzionare o se non vi sentite in grado di farlo, potete sempre usare un’aspirapolvere per rimuoverlo dalla parete. Anche questo metodo richiede un tocco delicato. Evitate di piazzare il tubo aspirante direttamente contro la carta da parati o di muoverlo attorno, dato che questo può causare ulteriori danni o macchie. Puntate il tubo verso l’insetto, mantenendo una certa distanza e poi accendete l’aspirapolvere. Nella maggior parte dei casi l’insetto sarà risucchiato prima ancora di essersi reso conto di cosa stia succedendo.

Gli insetti volanti sono più difficili da rimuovere dalla parete, specialmente zanzare e falene. L’aspirapolvere o un giornale non funzionano con loro, dato che voleranno semplicemente da una parete all’altra.

Non riuscirete a liberarvene completamente, specialmente in estate, ma fino a quando non ce ne sono troppi in giro per casa, non vi creeranno grossi problemi. È possibile che lascino piccole tracce sulle pareti, ma queste sono così piccole da essere quasi invisibili. Se nient’altro dovesse funzionare, potete sempre usare uno spray insetticida, un metodo che funziona sempre per togliere di mezzo questi insetti fastidiosi, ma leggete con attenzioni le istruzioni sul suo uso. Non respirate il contenuto dello spray, uscite dalla stanza in questione e tenete chiuse porte e finestre per il tempo indicato. Non scordatevi di areare poi la stanza. Utilizzate un’aspirapolvere per liberarvi degli insetti morti da pavimento e mobilio.

Spinnen-von-Tapete-entfernen

La soluzione migliore è però quella di evitare che gli insetti entrino in primo luogo a casa vostra. Molti insetti sono magicamente attratti da odori, liquidi dolci, e cibo, oltreché dalla luce. Seguite i passi seguenti per evitare che gli insetti vi entrino in casa:

  • Le zanzariere sono uno dei metodi più efficaci per tenere gli insetti fuori dalla casa nei caldi mesi estivi.
  • Se siete in una stanza al tramonto e accendete la luce, è meglio se tenete chiusa la finestra. Basta infatti la luce della televisione per attrarre zanzare e falene.
  • Evitate sempre di lasciare sporcizia organica (ad esempio per il composto) in cucina e assicuratevi di aver gettato via tutto il cibo che è fermentato o ammuffito; se possibile, gettatelo direttamente nell’apposito cassonetto.
  • Nei mesi invernali assicuratevi che le stanze non siano troppo fredde ed areatele regolarmente, dato che un clima troppo freddo ed umido attrae i ragni.

In conclusione:

se resistete alla tentazione di schiacciare gli insetti e seguite i nostri consigli, vi risparmierete il fastidioso lavoro di rimuovere le macchie. Il metodo del “giornale” è spesso quello vincente. Gli insetti (che sono parte della catena alimentare!) rimangono vivi, la vostra bella carta da parati rimane intonsa e voi avrete più tempo per godervi le cose belle della vita!

Ricordate: è molto più faticoso e difficile rimuovere un insetto morto dalla parete che non spostarlo e lasciarlo libero. Basta avere un po’ di forza per vincere le proprie paure ed il vostro disgusto. Pensate che state affrontando un minuscolo animaletto che ha solo una piccola frazione delle vostre forze e dimensioni. Non state affrontando un gigantesco orso pronto a dilaniarvi! State sorridendo? Visto? Basta un poco di umorismo e fantasia per immaginarvi che invece di un insetto strisciante avete a che fare con una coccinella…