Carta da parati ecologica

Ulteriori

La carta da parati ecologica e rispettosa della salute è caratterizzata da materiali non inquinati e da processi di produzione sostenibili. Questi sono temi importanti per i consumatori consapevoli.

Filtra
263 modelli di carta da parati trovati
 
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Modelli di carta da parati trovati: 263
Pagina 1 di 5
Der Artikel wurde erfolgreich hinzugefügt.
Für die Filterung wurden keine Ergebnisse gefunden!
Hai visualizzato 60 di 263 modelli di carta da parati

Carta da parati ecologica: la Guida

Il valore di una carta da parati non si misura solo in base al prezzo, al design, agli extra e agli effetti. Sempre più consumatori danno importanza a carte da parati sostenibili, ecologiche e non inquinanti. Utilizzo di materie prime, condizioni di produzione, composizione dei materiali e degli ingredienti: tutti questi sono temi fondamentali quando si tratta di carte da parati ecologiche. Proteggono l'ambiente e la nostra salute e contribuiscono al risparmio di risorse nella lavorazione di preziose materie prime.

Indice dei contenuti

Cos'è la carta da parati ecologica?

La carta da parati ecologica viene prodotta in modo rispettoso dell'ambiente, cioè senza materie prime a base di petrolio e utilizzando materiali rinnovabili provenienti da coltivazioni controllate. Anche il riciclaggio e gli inchiostri da stampa a base d'acqua sono fattori decisivi.

Evitare le materie prime a base di petrolio

Il carbonio proveniente da materie prime fossili come il gas naturale, il petrolio o il carbone rappresenta un problema per l'ambiente e per la nostra salute (gas che contribuiscono all'effetto serra, anidride carbonica) e dovrebbe quindi essere evitato nella produzione di carta da parati ecologica. Le materie prime a base di petrolio per la produzione di materie plastiche (ad esempio il PVC per la carta da parati in vinile) vengono quindi sostituite con materie prime rinnovabili.

Utilizzo di materie prime rinnovabili

Il legno (e la cellulosa da esso ottenuta) sono materie prime importanti per la produzione di carta da parati. Nel corso della produzione di carta da parati vengono lavorate anche piante rinnovabili come erba, sughero, bambù o fieno. La cosiddetta biomassa, da cui viene generata la bioenergia per l'elettricità, il calore e i combustibili, svolge un ruolo importante nel successivo processo di smaltimento. Essa può essere riutilizzata per la produzione di nuovi prodotti.

Coltivazione sostenibile e controllata

Il legno proveniente da foreste gestite in modo sostenibile e da operazioni forestali che operano nel rispetto di elevati standard ecologici e sociali costituisce la base per una carta da parati ecologica. Nessun legname viene ricavato da foreste ritenute particolarmente degne di protezione, come le foreste tropicali o le foreste vergini boreali. È essenziale un rigoroso monitoraggio esterno delle specifiche ambientali.

Trattamento e riciclaggio a basso consumo di risorse

Nella produzione di carta da parati a base di cellulosa, un'alta percentuale di carta da macero trasforma il concetto ecologico in realtà. In questo contesto, la carta da parati a base di cellulosa prodotta con carta riciclata ha prestazioni di gran lunga migliori rispetto alla carta da parati a base di fibre primarie che utilizzano il legno come fonte di materia prima fibrosa. L'intero processo produttivo è orientato alla riduzione del consumo di acqua e di energia, all'utilizzo di energie rinnovabili e al mantenimento al minimo del consumo di risorse e dell'inquinamento delle acque reflue.

Inchiostri da stampa a base acqua

Gli inchiostri da stampa senza solventi e a base d'acqua sono la sostanza scelta per la carta da parati ecologica. Sono una miscela di amido di cellulosa, calce, acqua e pigmenti di colore che non nuocciono alle persone e all'ambiente. Il vostro naso vi dirà la differenza tra gli inchiostri per carta da parati a base di solventi e quelli a base d'acqua e i coloranti.

Smaltimento ecologico

La carta da parati usata/rimossa a base di carta o i rifiuti di carta da parati in eccesso non utilizzati non devono essere smaltiti nella carta da macero, ma nel cestino dei rifiuti residui. Poiché per la lavorazione deve essere carta resistente all'umidità, non si scioglie in acqua, il che significa che il riciclaggio della carta non è un'opzione. Tuttavia, l'energia può ancora essere generata dalla vecchia carta da parati attraverso l'incenerimento dei rifiuti e ritornare nel ciclo energetico.

Quali sono le caratteristiche delle carte da parati prive di sostanze inquinanti?

La carta da parati non inquinante è priva di sostanze cancerogene e di sostanze potenzialmente nocive per la riproduzione e per il materiale genetico. Non contiene ammorbidenti, riempitivi nocivi, leganti e solventi, conservanti vari, COV, coloranti azoici e formaldeide.

Priva di componenti in plastica e plastificanti

La carta da parati rispettosa dell'ambiente e della salute non contiene componenti in plastica o ftalati a bassa volatilità (plastificanti che possono essere presenti nella carta da parati in vinile). Queste sostanze evaporano continuamente e hanno un effetto negativo sull'equilibrio ormonale. Le superfici impermeabili della carta da parati in schiuma neutra dal punto di vista ambientale sono un'ottima alternativa.

Privo di riempitivi dannosi

I riempitivi possono essere contenuti in rivestimenti di carte da parati sintetiche per migliorare la plasticità e la lavorabilità o per compattare la struttura. La caratteristica specifica delle carte da parati atossiche è quella di evitare queste sostanze. Le alternative a base di riempitivi minerali naturali stanno diventando sempre più importanti nell'industria della carta da parati.

Priva di leganti

I leganti vengono utilizzati per incollare e rinforzare i componenti del materiale e per migliorare la durata e la resistenza all'abrasione dei coloranti per carta da parati. I leganti possono contenere ammorbidenti o altre sostanze nocive per la nostra salute. La carta da parati non tossica non contiene leganti sintetici e chimici e si basa invece su leganti naturali come le proteine del latte.

Priva di solventi

I solventi e i composti volatili sono utilizzati per separare o diluire le sostanze insolubili in acqua. Per quanto riguarda la carta da parati, questi possono essere presenti nelle vernici e nei coloranti. I solventi solitamente emettono un odore intenso, quasi aggressivo, e vengono assorbiti attraverso le membrane mucose. Possono causare vertigini, nausea e difficoltà respiratorie.

Esente da determinati conservanti

Le vernici, i rivestimenti e le finiture sono spesso miscelati con conservanti per garantirne durabilità e igiene. Per il bene della nostra salute, è ragionevole scegliere carte da parati con colori e altri componenti che non contengano conservanti in quanto questi possono causare allergie.

Priva di composti organici volatili (COV)

I composti organici volatili possono fuoriuscire dalle carte da parati con rivestimenti plastici, coloranti o trattamenti superficiali speciali. Questi vengono rilasciati nell'aria ambiente e inalati. Provocando sia effetti temporanei che impatti negativi a lungo termine, i COV sono dannosi per la nostra salute. Queste sostanze non vengono utilizzate nelle carte da parati non inquinanti.

Privi di coloranti azoici pericolosi

I coloranti azoici sintetici sono realizzati con pigmenti contenenti composti di mercurio, piombo, cadmio o cromo VI. I coloranti arricchiti con componenti di metalli pesanti sono considerati cancerogeni, a volte anche tossici, per questo motivo non vengono utilizzati nelle carte da parati non inquinanti. Per quanto concerne le carte da parati, queste sostanze sono vietate dal 1980.

Privi di formaldeide

La formaldeide si trova nei coloranti, nelle vernici, nelle colle e nei prodotti adesivi e aumenta la resistenza allo strappo a umido delle carte da parati di carta. Molti problemi di salute sono associati a questa sostanza, ed è per questo che le carte da parati prive di sostanze inquinanti sono prodotte senza additivi chimici che contengono anaglipta o formaldeide. La formaldeide si trova naturalmente nel legno, anche se molto al di sotto dei valori limite, e l'emissione di formaldeide nell'aria ambiente da parte della carta da parati è molto bassa.

Quali tipi di carta da parati sono " ecologiche" e non inquinanti?

La natura delle materie prime e la loro composizione determinano se le carte da parati possano essere classificate come ecologiche e non inquinanti. Le carte da parati in cellulosa e trucioli di legno, le carte da parati in materiali naturali o cellulosa e i nuovi tipi di modelli in tessuto non tessuto naturale soddisfano senza dubbio questi criteri.

Carta da parati a base di cellulosa

Le carte da parati ecologiche a base di cellulosa non hanno patinatura e la percentuale di carta da macero è pari ad almeno il 60%. Le carte da parati in cellulosa non inquinante non sono state stampate e sono monostrato, praticamente senza emissioni nocive. Per aumentare la resistenza allo strappo a umido, a volte vengono aggiunte sostanze che possono contenere formaldeide. Nel processo di produzione vengono utilizzati anche biocidi, che hanno lo scopo di prevenire la formazione di limo nel circuito dell'acqua della macchina per la produzione della carta.

Carta da parati a base di truciolato di legno

Con un contenuto di carta riciclata dell'80%, la carta da parati con trucioli di legno è al primo posto nella lista delle tipologie di carta da parati ecocompatibili e non tossiche per la nostra salute. Le fibre di legno vengono aggiunte a tre strati di carta, conferendo alla carta da parati la sua speciale struttura granulosa. Se il legno grezzo per la fibra primaria e i trucioli di legno aggiunti provengono da una silvicoltura sostenibile, ne aumenta il valore ecologico.

Materiali naturali su un supporto di carta

Tra le carte da parati ecocompatibili vi sono anche quelle in cui materiali puramente naturali vengono laminati su un supporto di carta. In particolare, l'attenzione è rivolta alle fibre naturali di erba, bambù, sisal, canapa, iuta e sughero. I materiali naturali non possono essere trattati con fungicidi tossici. Per queste carte da parati, il sughero non viene incollato sul supporto/strato di base con resine sintetiche, ma come "sughero di supporto" con le proprie resine.

Carta da parati di supporto in tessuto non tessuto in materiali naturali

Per quanto riguarda la carta da parati di supporto in tessuto non tessuto, molto è cambiato negli ultimi anni. Oggi può essere realizzata esclusivamente con materie prime vegetali rinnovabili; un buon esempio è la prima carta da parati completamente compostabile Veruso Lino, realizzata in lino e viscosa. Questo modello non contiene alcun additivo come leganti, coloranti o fibre sintetiche. Per garantirne il pieno effetto ecologico, questa tappezzeria non deve essere verniciata.

Carta da parati di supporto in tessuto non tessuto a base di cellulosa

La carta da parati di supporto in tessuto non tessuto convenzionale è realizzata in cellulosa con una percentuale di fibre tessili sintetiche o naturali. I due componenti sono compattati con un agente legante. Solo recentemente è stata introdotta sul mercato una carta da parati di supporto ecologica in tessuto non tessuto realizzata esclusivamente in cellulosa. Questi modelli sono attualmente disponibili solo per la verniciatura. Un prototipo per la stampa di motivi di carta da parati è ancora in corso di realizzazione.

Quali nuovi sviluppi hanno un ruolo nella produzione di carta da parati ecologica?

Le tappezzerie ecologiche sono in continua evoluzione e si adeguano a nuove opportunità, soprattutto per quanto riguarda il riciclaggio, la salute e la conservazione delle risorse. Oggi sono disponibili carte da parati compostabili, vegan, organiche, biologiche e a impatto climatico neutrale.

Carta da parati compostabile

I modelli di carta da parati come Veruso Lino, ad esempio, che sono realizzati esclusivamente con fibre vegetali e non verniciati o sigillati, si dissolvono dunque da soli con il tempo come risultato del naturale processo di decomposizione. Sono quindi compostabili e non lasciano residui nocivi per l'ambiente che richiederebbero un notevole costo di riciclo, richiedendo un elevato consumo di risorse.

Carta da parati vegetale

Per la produzione di carta da parati vegan o pasta da parati vegan, non devono essere utilizzati ingredienti di origine animale o testati su animali. Idealmente, tutti i componenti della carta da parati sono costituiti esclusivamente da sostanze vegetali. In futuro, per distinguere questi modelli di carta da parati sarebbe auspicabile l'assegnazione di un apposito sigillo da parte di un'organizzazione di controllo indipendente.

Carta da parati organica

Per la produzione di carta da parati organica, i materiali naturali non trattati come fieno, muschio o fiori di prato vengono essiccati dopo la raccolta e pressati su uno strato portante di lino. Non vengono utilizzati prodotti chimici per il processo di essiccazione, la conservazione e la sigillatura della superficie. Ciò impedisce il rilascio di allergeni e preserva la componente naturale della fragranza.

Carta da parati biologica

Le carte da parati biologiche sono prive di tossine e realizzate con materie prime vegetali rinnovabili o fibre riciclate che sono in gran parte prive di sostanze nocive per la nostra salute e per l'ambiente. Oltre ai materiali, anche le vernici, i leganti e gli altri additivi sono ecologici e totalmente o principalmente biodegradabili.

Carta da parati a impatto climatico neutrale

Con il termine "carta da parati a zero emissioni di CO2" si intende che tutte le emissioni del processo di produzione sono compensate dalla piantumazione di alberi nel paese produttore o, per esempio, in Brasile. Molti produttori di carte da parati a base di trucioli di legno hanno avviato questo processo di compensazione e hanno lanciato sul mercato i primi modelli di carta da parati a impatto climatico neutrale.

Imballaggi senza plastica

"Carta al posto della pellicola di plastica" è il motto degli imballaggi di carta da parati ecologici. Perché la prevenzione dei rifiuti di plastica - che inquina l'ambiente e danneggia le persone - inizia con l'imballaggio dei prodotti di ogni produttore. Idealmente, tutto il materiale da imballaggio dovrebbe essere costituito da carta riciclata.

Quali carte da parati sono indicate per chi soffre di allergie?

Per chi soffre di allergie, molte sostanze (anche completamente naturali) provocano reazioni fisiche indesiderate come tosse, starnuti, prurito o anche problemi respiratori. Le superfici lisce così come le carte da parati prive di tossine sono di solito la scelta migliore. Chi soffre di allergia dovrebbe evitare i modelli di carta da parati con componenti in erba.

Superfici lisce

Chi soffre di allergie dovrebbe scegliere tipi di carta da parati con superfici lisce a cui non possono attaccarsi polvere o polline. Il carico di polvere fine (respirabile) nell'aria deve essere mantenuto al minimo, per questo motivo le carte da parati tessili non sono consigliate per chi soffre di allergia. Dovrebbe essere possibile pulire le superfici con un panno umido o una spugna per rimuovere eventuali accumuli.

Carta da parati priva di sostanze chimiche

Le sostanze chimiche utilizzate nella produzione di carta da parati, compresi i conservanti e le vernici contenenti solventi, possono causare allergie. Le carte da parati prive di sostanze chimiche, ad esempio quelle in cui sono state utilizzate vernici a base di resine naturali e vernici idrosolubili, sono la scelta migliore per chi soffre di allergie. Sono disponibili vernici in dispersione idrosolubili per aggiungere una nota di colore.

Carta da parati a base di erba - sconsigliata!

I soggetti allergici devono evitare i modelli di carta da parati che contengono erba o fieno. In particolare, la carta da parati in erba non trattata può causare febbre da fieno nelle persone allergiche. Nel dubbio, è opportuno ordinare un campione di questa carta da parati e testarlo. Per chi non vuole rinunciare al particolare aspetto della carta da parati in erba, esistono modelli con imitazioni ingannevolmente realistiche. 

In che modo le carte da parati ecologiche garantiscono un clima sano e naturale all'interno degli ambienti?

Nelle camerette dei bimbi e nelle loro camere da letto, la carta da parati ecologica può dare un prezioso contributo ad un ambiente di vita sano. Deve avere una superficie permeabile/traspirante ed essere realizzata in materiale che regola l'umidità.

Superficie permeabile

Una superficie di carta da parati traspirante impedisce che l'umidità dell'aria si depositi sulla superficie, fornendo un terreno fertile per la proliferazione di microrganismi e muffe nocive. In questo caso si consiglia di usare con parsimonia i prodotti di verniciatura, perché più spesso la superficie viene verniciata, più la qualità della diffusione del vapore si riduce.

Materiale regolatore dell'umidità

I materiali della carta da parati a pori aperti forniscono una naturale regolazione dell'umidità. Essi assorbono l'umidità dall'aria ambiente, la trattengono e la rilasciano gradualmente nella stanza. Ciò garantisce una circolazione ottimale dell'aria, che impedisce anche la formazione di muffa e mantiene il clima dell'ambiente a un livello sano.

Traspirabilità

Per garantire la traspirabilità della carta da parati ecologica, non possono essere utilizzate sostanze che ne compromettano le proprietà di regolazione del clima. Se si applica un adesivo a base di resina sintetica tra le fibre naturali e uno strato portante di carta, la traspirabilità della carta da parati naturale viene parzialmente ridotta. La caseina o gli adesivi a base di resina naturale sono la scelta migliore per legare i materiali.

Prevenzione della muffa

Le parti più fredde del lato interno di una parete interna (spesso esterna e le pareti delle finestre) sono più sensibili all'umidità, che a sua volta è un terreno fertile per la formazione di muffa. Quando si sceglie la carta da parati, è importante assicurarsi che abbia proprietà traspiranti e regolatrici dell'umidità. L'umidità di queste pareti non deve essere sigillata con la carta da parati o con una vernice non idonea.

Quale pasta adesiva per tappezzeria è più ecologica?

Non sono solo le carte da parati a dovere contribuire alla salvaguardia dell'ambiente: anche la pasta adesiva per tappezzerie deve essere realizzata con materiali naturali e sostenibili. Al giorno d'oggi esistono paste adesive ecologiche a base di pura metilcellulosa, prive di resine artificiali e conservanti.

Metilcellulosa pura

La pasta adesiva in pura metilcellulosa è disponibile in polvere. Viene mescolata in acqua e in pochi minuti forma una soluzione omogenea, priva di grumi, di consistenza spessa e con un elevato potere adesivo. La metilcellulosa è ottenuta tramite un processo complesso dalla cellulosa, che a sua volta proviene da fibre di legno.

Priva di resine artificiali

Chi desidera utilizzare paste adesive ecologiche deve assicurarsi che siano prive di resine artificiali. Queste spesso servono come rinforzanti della forza adesiva. Per tutte le carte da parati che richiedono una pasta particolarmente resistente, si consiglia un adesivo per rivestimenti murali a base di gomma naturale. È adatto per carte da parati realizzate in fibre grezze, tessili, materiali in tessuto non tessuto, metallo, PVC o modelli a base di cellulosa pesante.

Senza conservanti

La pasta adesiva sana e rispettosa dell'ambiente non deve contenere conservanti. Naturalmente ciò significa che non è così durevole e deve essere consumata più rapidamente rispetto alla normale pasta contenente sostanze antibatteriche e fungicide. Il nostro consiglio: miscelate solo la quantità di pasta adesiva per tappezzeria di cui pensate di aver bisogno al momento.

Quale ruolo svolge la certificazione FSC per quanto riguarda le materie prime della carta da parati?

"FSC" è il sistema di certificazione per l'industria della silvicoltura. Alla base di questo sistema si trova la foresta, quale prezioso ecosistema degno di essere protetto e con tutte le sue funzioni per la flora e la fauna.

Sistema di certificazione forestale

FSC è l'abbreviazione di Forest Stewardship Council, un'organizzazione non governativa senza scopo di lucro con sede a Bonn (Germania). Il suo sigillo di approvazione rappresenta la salvaguardia di importanti standard ambientali e sociali nel contesto forestale. Il certificato garantisce che la produzione di legno e carta si basa su foreste gestite in modo responsabile.

Protezione dell'ecosistema "foresta".

L'obiettivo principale della certificazione FSC è la protezione dell'ecosistema forestale. È di vitale importanza preservare le funzioni ecologiche delle foreste da cui viene prelevato il legno e proteggere le specie animali e vegetali a rischio di estinzione. Per questo motivo, nella gestione delle foreste vengono applicati principi rigorosi e criteri rigorosi. La documentazione e il monitoraggio completi sono obbligatori.

Quali vernici per pareti sono idonee per la carta da parati ecologica?

Si consiglia di utilizzare solo pitture murali prive di solventi o additivi tossici. Sono disponibili vernici a dispersione a base di resina naturale, vernici a tempera, a base di caseina, a base di olio di lino e ai silicati.

Vernici a dispersione a base di resina naturale

Le vernici a dispersione di resina naturale sono tra le pitture murali naturali più note e comuni. Sono costituite da una miscela di pigmenti disciolti in acqua legati da resine naturali (al posto delle resine sintetiche). Più alta è la proporzione di resina naturale, più la vernice è resistente all'abrasione e all'umidità.

Vernici Distemper

Il cimurro tradizionale è costituito da gesso naturale o polvere di calcare con colla idrosolubile come legante. Le vernici Distemper sono a prova di sbavature e forniscono una buona copertura, ma devono essere lavate via prima di poter essere ridipinte con altri tipi di vernice. I pigmenti coloranti vengono mescolati per la tinta.

Vernici alla caseina

La caseina è il componente principale delle proteine del latte (80%) e un legante naturale per i prodotti vernicianti alla caseina. Sono costituiti da acqua, caseina, pigmenti e calce. Per i locali umidi, la loro idoneità è limitata. Possono produrre ammoniaca su superfici alcaline. A causa della sua limitata durata, la vernice caseinica deve essere usata immediatamente, appena miscelata.

Vernici a base di olio di lino

La vernice ad olio di lino puro è composta da olio di lino e pigmenti sgrassati, riscaldati o pressati a freddo. Questo tipo di vernice è naturale, senza solventi e biologicamente pura. È tradizionalmente utilizzata per la verniciatura del legno, soprattutto in Scandinavia. Le vernici a olio di lino offrono ottimi vantaggi anche in termini di traspirabilità.

Vernici a base di silicati

Le vernici al silicato contengono silicato di potassio come legante. Il silicato di potassio è prodotto dalla fusione di sabbia di quarzo (silicato) e potassa (carbonato di potassio) e dall'aggiunta di acqua. Le vernici al silicato rendono possibile la diffusione del vapore e hanno un effetto fungicida. Durante la verniciatura, si legano in modo indissolubile alla superficie, che deve essere minerale affinché questa rimanga in superficie.

Quali sono i processi di produzione dei fabbricanti di carta da parati che puntano su metodi rispettosi dell'ambiente?

Sempre più produttori di carta da parati riconoscono pienamente la propria responsabilità ambientale. Ciò si riflette nel riciclaggio interno dei rifiuti, nel trattamento delle acque, negli imballaggi in cartone riciclato e nei processi di produzione a risparmio energetico.

Riciclaggio interno dei rifiuti

I produttori attenti all'ambiente riciclano fino al 100% dei rifiuti secchi creati durante la produzione. Ciò significa che qualsiasi rifiuto di carta generato viene direttamente aggiunto al ciclo di produzione. Il riciclaggio interno paga anche economicamente, poiché i materiali residui utilizzati sono generalmente particolarmente puri e privi di contaminanti.

Trattamento delle acque

Prevenzione prima del recupero e prima dello smaltimento: questa, in breve, è la gerarchia dei rifiuti. In questo contesto, il consumo economico di acqua è il primo passo per i produttori, perché si traduce in meno rifiuti liquidi. Inoltre, oltre il 97% dei rifiuti liquidi può essere riciclato. Le grandi aziende produttrici di carta da parati hanno spesso un proprio sistema di trattamento dell'acqua.

Imballaggi in cartone riciclato

Come materiale da imballaggio, il cartone riciclato protegge l'ambiente perché è fatto di carta da macero. Questo include qualsiasi cosa, dall'imballaggio di cartone dei rotoli di carta da parati fino ai grandi pallet. Il risultato è l'utilizzo di oltre il 75% di materie prime riciclate.

Processi di produzione a risparmio energetico

L'uso mirato ed efficiente dell'energia, che unisce il maggior numero possibile di fasi di produzione, contraddistingue i produttori di carta da parati attenti all'ambiente. In questo contesto, l'utilizzo di energie rinnovabili o di bioenergia è importante tanto quanto il rispetto dei severi requisiti previsti dai certificati ambientali. 

Quali produttori di carta da parati producono (prevalentemente o esclusivamente) carta da parati ecologica?

I produttori si concentrano sempre più sulla produzione di carte da parati e vernici ecologiche. Tra le aziende che si stanno già impegnando a favore dell'ambiente, del clima e di una vita più sana figurano fabbricanti come Erfurt & Sohn, Farrow e Ball, Pihlgren ja Ritola Oy e Little Greene.   

Erfurt & Sohn

L'azienda tedesca a conduzione familiare Erfurt & Sohn, con sede a Wuppertal, è considerata l'inventore della carta da parati a trucioli di legno e una delle aziende "verdi" che si impegnano per la sostenibilità e la responsabilità ecologica. La gamma di prodotti comprende carte da parati goffrate a base di carta pura al 100%, carte da parati in tessuto non tessuto traspirante senza PVC e, novità assoluta a partire dal 2020, carte da parati a impatto climatico zero.

Farrow e Ball

Questo tradizionale produttore britannico di carta da parati di alta qualità e vernici pregiate con sede nel Dorset lavora secondo rigorosi criteri ecologici e attenti alla salute. La cellulosa per le sue ricercate carte da parati proviene da foreste gestite in modo sostenibile e da una produzione responsabile. I motivi vengono realizzati con i loro inchiostri a base d'acqua.

Pihlgren ja Ritola Oy

I motivi storici e nostalgici sono il punto di forza di questa azienda finlandese che utilizza per le sue carte da parati solo carta grezza e vernici naturali. I modelli più popolari sono prodotti su vecchie macchine originali del 1875 con la tecnologia della stampa di superficie. Difetti minori, sottili imprecisioni e deviazioni sono caratteristiche intenzionali che ne garantiscono l'unicità.

Little Greene

Il produttore britannico di vernici e carte da parati Little Green è attivo dal 1773. L'azienda è impegnata in una produzione ecologica e socialmente responsabile. È nota per le sue carte da parati colorate basate su modelli storici con un tocco moderno. I metodi di stampa tradizionali, la carta di alta qualità e gli inchiostri a base d'acqua supportano il loro approccio ecologico.

I nostri consigli e idee di design per carte da parati ecologiche

  1. Come riconoscere una carta da parati ecologica: le tappezzerie sostenibili e sane vantano sigilli, certificati e standard di prova pertinenti, che vengono assegnati per la migliore efficienza ecologica possibile. Tra i più rilevanti ci sono: The Blue Angel, etichetta dell'eco-Institut “Label for Textiles”, Natureplus, Reach, Greenguard o STANDARD 100 di Oeko-Tex.
  2. Erbe naturali da campo e da prato per ambienti con una sensazione di trovarsi all'aperto: che si tratti di uno stile di vita moderno, minimalista, asiatico o rurale - le erbe coltivate naturalmente su supporti di cellulosa evocano un'atmosfera naturale e originale con effetti positivi sul clima interno. Le piante sempreverdi arricchiscono l'ambiente.
  3. Veruso Lino per il massimo comfort abitativo: la prima carta da parati completamente compostabile è realizzata in lino e viscosa e altamente resistente, traspirante, morbida al tatto e strutturata in modo naturale. La sua delicata tonalità crema unisce eleganza e originalità. Per posarla si consiglia di utilizzare esclusivamente una pasta adesiva organica.
  4. Il principio della carta da parati ecologica per le camerette dei bambini: introdurre i più piccoli al tema della tutela dell'ambiente e della salute in modo facile e giocoso. Ciò può essere realizzato con carte da parati ecologiche a base di carte da parati che potranno essere decorate a loro piacimento con vernici naturali idrosolubili a base d'acqua. Utilizzate solo innocue paste adesive per carta da parati in pura metilcellulosa.