Le carte da parati raccontano: Jane Austen

Jane-Austen_10

Lo sapevate che una delle più famose autrici di romanzi non si è mai sposata? Chi immaginate sia la protagonista di questa edizione di “Le carte da parati raccontano”? È inglese e i suoi primi romanzi furono pubblicati sotto lo pseudonimo di “By a lady”. Esatto! Stiamo proprio parlando di Jane Austen! Questa donna dalla forte personalità proveniva da una famiglia molto unita degli strati bassi dell’aristocrazia agraria. Suo padre era un membro della Chiesa, il che spiega la sua educazione di matrice religiosa. Amava la letteratura più di qualsiasi altra cosa al mondo e cominciò a scrivere quando era solo una bambina.

Jane-Austen_02

Jane amava descrivere i tratti più eccentrici della personalità dei suoi protagonisti e questa è la ragione per cui i suoi romanzi sono spesso un incrocio fra una storia d’amore ed un manuale d’istruzioni sul come interagire con certi personaggi che incontriamo nella vita di tutti i giorni. Sembra quasi che il suo scopo fosse quello di mostrare come l’amore da solo non garantisca necessariamente un lieto fine. Jane era certo consapevole del fatto che ci sia bisogno di altre cose oltre che l’aspetto romantico per condurre una vita felice, dato che non trovò mai il grande amore della sua esistenza.

Jane-Austen_04

Tom Lefroy, che conobbe quando era ancora una giovane studente di legge, discendeva da una povera famiglia di origini irlandesi ma era cresciuto sotto la tutela di un ricco ed influente famigliare. Il suo destino era quello di seguire le orme del suo tutore e diventare avvocato. Sfortunatamente Tom non aveva preso gli studi in maniera seria come il suo tutore sperava e fu per questo mandato a trascorrere l’estate nella placida Steventon. La speranza era che il tranquillo mondo rurale lo rimettesse sulla giusta carreggiata. Quando incontrò la giovane Jane l’inizio del loro amore fu invece quasi tanto assurdo quanto quello descritto in “Orgoglio e pregiudizio”.

Jane-Austen_01

Tom, dal carattere arrogante e pieno di pregiudizi, inizialmente ignorò Jane e ne parlò in termini spregiativi, cosa che urtò moltissimo l’orgoglio di lei. Eppure alla fine, proprio come in uno dei suoi romanzi, i due riuscirono a superare le loro diffidenze iniziali e si innamorarono. Purtroppo le differenze di strato sociale fra le loro famiglie e le pressioni sociali del tempo non potevano dare alla loro storia d’amore un lieto fine. Tom si sposò infatti qualche tempo dopo con una donna del suo stesso ceto e chiamò Jane la sua prima figlia. Jane invece non superò mai il trauma del suo primo amore che pure diede lei tutto il materiale necessario per quello che sarebbe diventato un capolavoro della letteratura mondiale.

Jane-Austen_07

I suoi romanzi sono pieni di intrighi, pregiudizi e ruotano attorno alle convenzioni sociali dell’epoca, come il precedentemente menzionato “Orgoglio e pregiudizio”, la storia d’amore fra il ricco ed altezzoso Darcy e l’orgogliosa Elizabeth. Parallelismi fra la vita dell’autrice e le storie che racconta si notano anche in “Emma” ed in “Ragione e sentimento”.

Jane-Austen_06

Jane aveva un animo molto romantico e un grande talento per scriverne a riguardo. Era una sognatrice e amava fare lunghe passeggiate nei boschi attorno a Steventon. Il suo abbigliamento era in linea con lo stile che andava di moda in Inghilterra a quell’epoca – gonne lunghe, cappelli e delicati motivi floreali. Era una donna di gusti modesti, probabilmente a causa dei mezzi economici limitati della famiglia da cui proveniva, e la sua casa era anch’essa molto sobria.

Jane-Austen_03

Non abbiamo però dubbi che lei ogni tanto si immaginasse in lussureggianti e favolosi giardini strapieni di rose o in misteriosi boschi con alberi coperti di muschio. Forse sognava di vivere in una grandiosa villa di campagna come quelle che descrive in “Orgoglio e pregiudizio”, facendo un giro di walzer nel salone nelle braccia del suo amato.

Jane-Austen_05

Perché non provate ad esplorare voi stessi il mondo di favola di Jane Austen? Dopotutto è facile trasformarlo in realtà con queste incredibili carte da parati:

cara_820351

adalina_430301
   
Despina-A_461501560655294e8e9

Sognare non basta - è importante avere anche dei libri e Jane ne aveva bisogno come dell’aria che respirava.

Jimen-B_3904325606552d9dd99

Al prossimo episodio di “Le carte da parati raccontano” ...
La vostra Laura