Gli strumenti del tappezziere in dettaglio: spatola da tappezziere

Tapetenschaber-Malerspachtel

Prima di poter posare la tua bellissima carta da parati appena acquistata è probabile che dobbiate rimuovere quella vecchia. Questo può essere un passaggio faticoso e stancante. Se abitate in un vecchio appartamento è possibile che vi troviate di fronte a diversi strati di carta da parati a base di carta unita a strati di vecchia vernice, tutti da rimuovere.

I raschietti per carta da parati e le spatole per vernice sono entrambi strumenti adatti per i casi più “facili”, sia nel caso di vecchie tappezzerie che di vernice. Per la carta da parati più dura da rimuovere o per i resti di vernice un’ottima opzione è invece un pulitore a vapore.

Imbianchini e decoratori professionali solitamente preferiscono utilizzare la classica spazzola da imbianchino, con una lama di forma conica in acciaio inossidabile ed un manico in legno o in plastica. Per gli amanti del fai da te che intendono posare da soli la carta da parati una spatola da tappezziere può essere invece più adatta. La scelta su quale strumento usare rimane a voi, dato che entrambi possono dare ottimi risultati se utilizzati correttamente.

Modelli di spatola da tappezziere

Le spatole da tappezziere sono disponibili in modelli sia manuali che elettrici. Entrambi i modelli sono adatti non solo per rimuovere carta da parati e vernice dalle pareti ma anche per rimuovere colla ed adesivo o altre macchie dure da mandar via su vetro, pavimenti o piastrelle.

Spatola da tappezziere manuale

La spatola da tappezziere manuale assomiglia ai rasoi usa e getta o ai raschietti per ghiaccio per i vetri delle macchine. Sono fatte di metallo ed hanno un manico gommato. Le lame rettangolari possono essere facilmente sostituite. La lunghezza della spatola varia dai 20 cm ai 60 cm ed alcuni modelli sono dotati di un braccio telescopico. Le lame sono invece lunghe circa 10-15 cm. Il peso di questo tipo di spatola può variare molto e questo è un fattore da considerare dato che ha un impatto sulla sua facilità d’uso. I modelli più corti con lame da 10 cm pesano fra i 150 ed i 250 g, mentre quelli più grandi possono pesare fino a 500 g. Il loro prezzo oscilla fra i 5 ed i 20 Euro.

Tapetenschaber1

Le lame vanno rimosse appena perdono l’affilatura e costano fra i 2 ed i 4 Euro per un pacco da 10 lame. Per rimpiazzarle dovrete svitare una o due viti dal portalame. Sul mercato sono inoltre disponibili lame con un lato che non taglia per rimuovere le parti più grosse ed un lato affilato per le parti più fini.

Alcune spatole da tappezziere sono fatte di plastica. Sono più economiche ma si rompono di conseguenza più facilmente. Esistono anche diversi modelli usa e getta con lama non rimuovibile. Vi sconsigliamo di comprare quest’ultime dato che, anche se vi sembra di risparmiare, questo non è il caso, specialmente se poi scoprite che la loro lama magari non è affilata.

Spatola da tappezziere elettrica

Le spatole da tappezziere elettriche, anche conosciuti con il nome di raschietti elettrici per carta da parati, sono uno strumento multi funzionale con tantissime aree d’uso. Possono infatti rimuovere una grande varietà di materiali ed essere inoltre utilizzati come strumenti per tagliare o lisciare. Sono alimentati da un cavo elettrico e dotati di un motore con una potenza di 200-250 Watt. Le spatole da tappezziere elettriche possono essere equipaggiate con diverse estensioni, come spatole, lame o scalpelli che vengono inseriti alla spatola e possono essere facilmente sostituiti.

Elektroschaber

Le spatole da tappezziere elettriche fanno risparmiare tempo e fatica, rendendo più veloce il processo di rimozione della vecchia carta da parati (o di altri materiali) ma, dal momento che pesano circa un kg, occorre essere dotati di una sufficiente forza fisica. Il loro utilizzo stanca infatti dopo qualche tempo il braccio. Utilizzano inoltre una quantità non indifferente di elettricità ma, rispetto alla fatica che si risparmia rispetto quelle manuali, il prezzo da pagare non è alto.

 

Le spatole da tappezziere elettriche di buona qualità offrono diversi tipi di velocità, da quella “controllata” a quella veloce. Il prezzo per questi strumenti varia dai 70 ai 200 Euro, comprensivi di alcune estensioni. Altre estensioni possono essere poi acquistate separatamente a seconda delle necessità e del tipo di strumento.

 

Dove e come usare la vostra spatola da tappezziere

Sia le spatole da tappezziere elettriche che quelle manuali possono essere utilizzate per rimuovere vecchia carta da parati o vernice. Nel caso di tappezzerie a base di carta, solitamente è la fodera sottoparato che non viene via assieme al resto della carta da parati e che deve quindi essere rimossa un pezzetto alla volta. Questi pezzetti devono prima essere inzuppati in una soluzione di acqua calda e detersivo per i piatti. Nel caso di tappezzerie strutturate o molto spesse, dovrete prima usare rulli punzonati per bucare il materiale e permettere quindi al liquido di penetrare ed ammorbidire la carta da parati (seguite le istruzioni fornite in Come rimuovere la vecchia carta da parati). Dopo averla inzuppata per un breve periodo il raschietto per carta da parati può essere messo all’opera. Cominciate sempre dai bordi, dato che questi sono i primi a staccarsi e lavorate verso il centro del telo. La lama va appoggiata alla carta da parati ad un angolo acuto per poi spingere in avanti facendo sempre molta attenzione. Il vantaggio principale del raschietto è che la sua lama affilata si infila con più facilità sotto i resti della carta da parati rispetto ad una spatola da pittura.

Se non avete mai utilizzato prima questo strumento vi ci vorrà qualche tempo prima di prendere confidenza. Se ne usate uno di buona qualità tutto vi verrà più facile. Rispetto alla spatola da pittura, il raschietto non richiede una forte pressione, diminuendo dunque il rischio di danni alla parete (presumendo stiate utilizzando la lama correttamente). La versione elettrica farà il lavoro per voi ma occorre della forza per tenerlo in mano per un lungo periodo di tempo.

Spatole da pittura e scalpelli da taglio

Tradizionalmente le spatole da pittura sono disponibili con una lama conica in acciaio inossidabile ed un corto manico in legno o plastica e vengono prodotte con lame e manici di varie dimensioni. La differenza principale è nel modo in cui sono utilizzati. Delle lame affilate (come in quelle dei raschietti da tappezziere) segnalano immediatamente una cosa: fate attenzione! Le spatole da pittura richiedono l’uso di una certa pressione che può causare danni alla parete e richiedere dunque lavori di riparazione che costano tempo ed energia.

Malerspachtel

I vantaggi delle spatole da pittura sono però ovvi, dato che, una volta acquistati, possono essere usati per tutta la vita, a meno che non siano danneggiate o tenute in ambienti umidi (dato che anche una lama in acciaio inossidabile viene rovinata se tenuta per lungo tempo in ambienti non secchi). In altre parole: a differenza del raschietto da tappezziere con lame, con una spatola da pittura non dovrete sostenere altri costi una volta comprata. È leggera, comoda da tenere in mano e facile da usare. Alla fine comunque è una questione di preferenze.

Se non potete fare a meno di una spatola da pittura, un’altra opzione è quella di usare uno scalpello da taglio, anch’esso spesso usato da imbianchini e decoratori. Ha una lama in acciaio conica ma leggermente curva (le lame sono disponibili in diverse misure). La curva rende più facile la rimozione del materiale, specialmente se la carta da parati è spessa o se si ha a che fare con resti di vernice. Un grande vantaggio di questi strumenti è che è molto difficile danneggiare la superfice della parete mentre si usano.

Raschietti a lame

I prodotti sul mercato continuano ad evolversi e non è sempre facile rimanere al passo con la terminologia. Come i raschietti da tappezziere, questi raschietti hanno lame sostituibili, un manico in plastica molto corto e una lama lunga circa 10 cm.

Abscherspachtel-mit-Klinge

Questo tipo di strumento combina i vantaggi del raschietto da tappezziere con quelli delle spatole da pittura. Così come le spatole, i raschietti a rame possono coprire fino ad un certo raggio, mentre i raschietti da tappezziere, con un manico lungo o telescopico vi permette di lavorare anche in aree più alte.

Conclusioni

Quale strumento scegliere per rimuovere la vecchia carta da parati è una scelta che spetta a voi. L’aspetto più importante è la capacità di lavorare velocemente ed in maniera efficiente. Se siete nel dubbio, provateli prima! Solo dopo averli provati sarete in grado di prendere una decisione basata sui fatti. In generale, tutti gli strumenti descritti sopra sono adatti a rimuovere la vecchia carta da parati.