La pubblicità della carta da parati negli anni ‘50

Quando pensiamo agli anni ’50 ci vengono in mente parole come la ripresa, il miracolo economico, il Rock’n’Roll, i cerchi hula hoops, i sottogonna, le suole di gomma, i portaghiaccio a forma di ananas e papere volanti appese alla parete. I gloriosi anni ’50, un decennio nel quale il design in molti paesi europei fu fortemente influenzato dalla “American Way of Life”. Oltre al miracolo economico ed al Rock’n’Roll ad arrivare dagli Stati Uniti fu anche il design “aerodinamico” ed “organico”. A partire dagli anni ’50 il design divenne un veicolo importante per vendere i prodotti e la pubblicità assunse un ruolo fondamentale.

papier-peint-annees-50

Le persone diventarono “consumatori”, avevano ora i soldi, una famiglia, una macchina e una casa che necessitava di nuovo mobilio. Ogni settore dell’industria sgomitava per attirare l’attenzione dei consumatori e i produttori di carta da parati non facevano eccezione dal momento che anche prodotti di alta qualità “non si vendevano più da soli”. Verso la metà di quel decennio il mercato era diventato estremamente competitivo e la gente cominciava a sentire il bisogno di fare attenzione a quello che spendeva per risparmiare per il futuro. In questa situazione la pubblicità serviva a influenzare la mentalità dei consumatori, utilizzando ad esempio sconti sul prezzo ed incorporando elementi quali la moda.

50s-wallpaper-Advertising   50er-Jahre-Tapeten

“Le carte da parati seguono i tempi”, recita un poster del 1952 dell’industria della tappezzeria tedesca. La casalinga moderna poteva ora coordinare non solo i colori del suo vestito, della sua borsetta e delle scarpe ma anche scegliere una carta da parati adatta al suo stile. Le pareti avevano cambiato stato, non erano più viste solo come funzionali ma erano tornate ad avere una funzione decorativa. Famiglie alla moda adornavano le loro case con tappezzerie dagli invitanti colori pastello come il rosa, il turchese, il beige, il verde chiaro, il giallo limone ed il verde oliva. Dopo anni di austerità c’era una gran voglia di leggerezza e di toni freschi. Colori chiari e motivi floreali davano l’impressione di un futuro pieno di ottimismo.

Papel-pintado-los-50   Papel-de-parede-anos-50

Gli anni ’50 non furono solo il decennio del miglioramento delle condizioni economiche dei singoli individui ma anche dell’intera Europa. Stava nascendo l’Unione Europea e nel 1956 fu introdotto in Europa occidentale il cosiddetto “rotolo europeo”, un formato standard per la carta da parati. Il risultato fu, come recitano i titoli dei giornali del 1955 che “La carta da parati diventerà più economica” e che “Il rotolo standardizzato europeo sta per arrivare”. I produttori di tappezzerie fecero buon uso di questa pubblicità gratuita per attirare nuovi clienti.

Tapeten-News-50er   Tapeten-Neuigkeiten-50er

Ma non erano solo i prezzi più bassi a vendere le tappezzerie. “Vivete la magia di cui la carta da parati è capace!” e “Tutto è più bello con le nuove carte da parati!” proclamano i cartelloni pubblicitari del 1959. Decorare le pareti era diventata la norma, ma perché fermarsi lì e non prendere in considerazione anche il soffitto? La giovane donna con il suo cappello da pioggia e l’ombrello ha una nuova idea e si chiede: “A chi piacciono i cieli grigi? Un soffitto bianco è praticamente la stessa cosa – grigio! Perché non rimpiazzare questa grigia monotonia con colori vivaci e piacevoli? Provate ad applicare la carta da parati alla “quinta parete” e vedrete come cambia totalmente l’atmosfera della stanza. La moda del momento è quella di rinnovare la vostra casa cambiando di tanto in tanto la carta da parati. La vostra casa ha bisogno di un ritocco. Perché aspettare? Fallo ora!”

Tapetenwerbung_50er   Tapetenwerbung_50s

Beh, questo invito vale anche al giorno d’oggi. Perché non seguirlo? Sia che scegliate di tappezzare solo il soffitto o tutta la stanza è molto probabile che questa sarà ancora di moda fra cinquant’anni. Il 2015 ha visto un grande revival di tutto quello che ha a che fare con gli anni ’50, dal mobilio alle lampade e – non ultimo – alla carta da parati. La palette di colori pastello con rosa, giallo, verde menta e beige, assieme ai motivi nostalgici che erano presenti il tutte le sfilate di moda sono diventati parte integrante del design d’interni contemporaneo. Come mai gli anni ’50 sono tornati di moda? Forse è perché esiste una certa nostalgia per la freschezza e la dolcezza dei bei tempi andati – il perfetto contrasto con la nostra vita digitale odierna dominata dalla tecnologia. Provate anche voi a ricreare il vostro look anni ’50 personalizzato!

50er-Tapeten   Carta-da-parati-anni-50