Gli strumenti del tappezziere in dettaglio: la spazzola per carta da parati

La spazzola per tappezziere, anche conosciuta come spazzola per carta da parati è utilizzata per spianare la vostra tappezzeria appena posata. Non va confusa con la pennellessa, utilizzata invece per applicare la pasta adesiva sui teli di carata da parati o sulla parete. Le due spazzole hanno un aspetto differenze e per ragioni ben chiare.

Uso e funzione della spazzola per tappezziere

Questa spazzola è utilizzata per parificare e lisciare i teli di carta da parati che avete posato sulla parete. Dovete lavorare sempre dall’alto al basso e dal centro verso i lati. Evitate di applicare troppa pressione sulla spazzola o sulla superfice della carta da parati quando vi passate sopra per lisciarla.

Questo passo è necessario per garantire la maggior aderenza possibile fra la carta da parati e la superfice della parete, oltre che ad eliminare possibili bolle d’aria o pieghe che si dovessero essere formate. Usare il giusto metodo è molto più importante che applicare pressione. Se vi trovate di fronte ad una grossa bolla d’aria al centro del telo, vi raccomandiamo di staccarlo con attenzione da un lato per far uscire l’aria in eccesso. Procedete con cautela, senza fretta, dato che questa è la causa della maggior parte di bolle e pieghe.

Il design della spazzola da tappezziere, la sua qualità ed il tipo di setole determinano quanto sarà facile e conveniente usarla e quanto sarà delicata sulla superfice della carta da parati. La qualità ed il tipo di questa spazzola sono dunque molto importanti.

Design delle spazzole da tappezziere

Questo tipo di spazzola per carta da parati è disponibile in due tipi di design:

Spazzola da tappezziere con manico quadrato in legno e larghe setole incassate

A prima vista questa spazzola per carta da parati sembra una versione ingrandita di una spazzola per scarpe. Le setole sono inserite profondamente nel blocco di legno rettangolare e sono più lunghe ai lati che al centro. Le setole più lunghe nella parte finale sono le più adatte per premere ed appianare i teli di carta da parati negli angoli e nelle parti più difficili da raggiungere.

Tapezier-Buerste

Spazzola da tappezziere con manico lungo ed arrotondato in legno o plastica con presa incassata e setole piatte

Questo strumento non assomiglia ad una tradizionale spazzola, e per questo motivo è spesso chiamato pialla da tappezziere. L’impugnatura è più piatta ed arrotondata e nella parte inferiore include una presa incassata per il pollice. Questo rende più semplice guidare lo strumento quando si spiana un telo di carta da parati. Le setole sono molto dense, ma a differenza dell’altro modello questo tipo di spazzola non può essere lasciata appoggiata sulle sue setole.

Tapezier-Wischer

Il tipo e la lunghezza delle setole e la lunghezza del manico sono le differenze più evidenti fra queste due spazzole, una differenza che si evidenzia anche nel prezzo. Le setole possono essere quelle naturali di cavallo o quelle artificiali in nylon e sono lunghe da 5 a 10 centimetri. I non addetti del settore non notano necessariamente la differenza fra delle buone setole di nylon e quelle naturali di cavallo, dato che entrambe sono soffici e dense. Quelle di cavallo sono però superiori quando si tratta di trattare gentilmente la superfice della carta da parati. La qualità della spazzola dipende inoltre da come sono state lavorate le setole e quanto bene sono attaccate alla spazzola. Non c’è nulla di peggio mentre si tappezza che avere una spazzola che perde setole e non funziona a dovere.

Suggerimento: scegliete sempre spazzole/pialle con setole soffici e dense e che non graffino. Se non siete sicuri, provatele prima su un pezzo di carta da parati in negozio.

Il materiale e la lunghezza del manico può variare anch’esso. Le spazzole da tappezziere possono avere un manico di legno, laccato o non laccato, ma quelle di qualità devono avere un manico di legno, dato che questo, se laccato, è molto più facile da pulire. Il manico di plastica si può rompere facilmente se fatto con materiali economici e scadenti.

Le spazzole sono solitamente lunghe fra i 20 ed i 35 centimetri. Dimensioni, lunghezza e tipo di setole hanno un effetto sul peso della spazzola, che può variare fra i 350 ed i 500 grammi.

Il costo dipende dalla qualità, dalle dimensioni e dal design. Quelle economiche possono costare €2-3, mentre quelle lunghe e professionali hanno prezzi in doppia cifra.

Il rullo da tappezziere come alternative e per superfici delicate

Il rullo da tappezziere, anche conosciuto con il nome di rullo pressore, può essere considerato un’alternativa alla spazzola da tappezziere, ma è più spesso usato per le superfici più delicate che possono essere danneggiate dalle setole. Queste possono essere le tappezzerie metalliche, quelle ad effetto carta stagnola e vari modelli in tessuto (come quelle in velluto). Il rullo è composto da un manico di plastica ed il rullo vero e proprio, che è fatto di gomma, spugna o schiuma di poliuretano e può essere sostituito con facilità. Viene utilizzato esattamente come il rullo per tappezzare. Quando si lavora con carta da parati in rilievo, occorre esercitare pochissima pressione, per evitare di schiacciare i rilievi. Per ulteriori dettagli vi preghiamo di consultare l’articolo del blog in merito.

Tapeten-Andrueckroller