Scegliere una carta da parati per bambini adatta alla loro età

Il mondo delle carte da parati per bambini è enorme e coloratissimo, ma, a differenza dei giocattoli, non esistono raccomandazioni per età che possano aiutare i genitori nella scelta. È comunque raccomandabile decidere quale tappezzeria scegliere per la camera dei propri figli in base ai motivi, ai colori, alle strutture, a quanto è facile pulirla e al livello di sviluppo dei bambini. Dopotutto è proprio questo uno degli aspetti più importati: la stanza dei bambini deve crescere con loro.

Bisogna tener presente che la carta da parati nella stanza dei bimbi tende ad essere cambiata abbastanza di frequente, dato che il bambino matura e cambia gusti ed interessi. Questo non vuol dire che vada cambiata ogni anno, ma, come regola generale, possiamo calcolare approssimativamente quattro cambi di tappezzeria nel passaggio dalla nascita alla pubertà. Non è sempre necessario tappezzare tutte e quattro le pareti, dato che la favolosa scelta di motivi e design per bambini disponibile nel nostro negozio online può essere usata per evidenziare una sola parete o per definire aree ben distinte nella camera (sonno, gioco, studio ecc.).

Il nostro nuovo blog guida si focalizza sulle varie fasi di sviluppo dei bambini e su come i genitori possano basare la propria scelta della carta da parati per la stanza dei propri figli su di esse. Per cominciare, vorremmo rammentarvi alcuni aspetti generali da considerare quando si decora la stanza dei bimbi.

dotty_4200615996b15c5796c   Native-B_4200915996b1634ac57

La stanza dei bambini- spazi multiuso

Mentre gli adulti hanno diverse stanze a disposizione per differenti attività (ad esempio il soggiorno, la camera da letto, la stanza degli hobby), la stanza dei bambini deve rispondere a varie esigenze, a seconda dell’età del bambino. Essa è infatti usata per dormire, per rilassarsi, per giocare, per imparare, per studiare, come spazio dove accogliere gli amici e dove rifugiarsi. Per i genitori questo vuol dire porsi delle domande su come identificare varie aree specializzate all’interno della stanza. Abbiamo messo insieme qualche suggerimento per rendervi la vita più facile:

  • Gli angoli di gioco possono essere decorati con tappezzerie dai motivi “attivi” e pieni di colori. Se possibile, sarebbe meglio se questi angoli non fossero visibili dal letto, così da non ostacolare la fase del sonno.
  • Della carta da parati con motivi interessanti può essere posata anche alla testa del letto. Tappezzerie dai colori pastello, scuri e caldi, con motivi delicati o a tonalità unica sono una ottima scelta per gli spazi dove rilassarsi, mentre colori e motivi forti e stimolanti sono un ottimo sfondo per le aree di studio e di gioco.
  • Quando i bambini passano dall’asilo alla scuola scoprono nuovi interessi e con questi cambiano anche le loro preferenze in termini di colori, motivi e design. Per evitare di dove ridecorare l’intera stanza ogni volta potete optare per la soluzione di evidenziare una sola parete, dato che questa è più facile da rinnovare in seguito.
  • Questo non vuol dire che non si possano tappezzare tutte e quattro le pareti, specialmente se con motivi geometrici o floreali in tonalità chiare o con colori piacevolmente contrastanti. Una carta da parati a stelle, a pallini o a strisce è anch’essa perfettamente adatta. Potete anche combinare strisce e pallini assieme o con uno dei motivi scelti dal pargolo.

Ricordate però: il design della stanza dei bambini non deve mai essere troppo chiassoso

I bambini piccoli adorano esplorare l’intera casa (inclusi gli abitanti!). Nei primi anni della loro vita se ne vanno in giro per la casa senza prestare troppa attenzione alla loro camera, preferendo la compagnia di fratelli e sorelle o dei genitori. Questo spesso cambia quando il bambino comincia ad andare all’asilo, dal momento che cominciano a volersi godere un po’ di più il proprio regno.

Se questo non succede, può essere uno dei due casi seguenti: pensano che la propria stanza sia noiosa, o trovano la combinazione di colori, motivi ed arredo della propria camera troppo intensa da gestire, e non si sentono quindi a loro agio. Questo fenomeno è conosciuto come sovra stimolazione. Quando i bambini giocano, si concentrano intensamente e sono disturbati se l’ambiente circostante non trasmette calma.

Qua sotto trovate delle regole generali che vi aiuteranno a far sì che la camera dei vostri figli sia un ambiente positivo:

  • In stanze di piccole dimensioni usate colori chiari e motivi delicati: aiuteranno ad aprire l’ambiente
  • Scegliete colori vivaci ma non troppo chiassosi; preferite tonalità calde, le tonalità più fredde vanno meglio per le aree dove rilassarsi.
  • Aggiungente elementi creati da vostro figlio, ad esempio disegni o quadri, o una collezione dei suoi piccoli tesori come pietre o fossili. Per i piccoli artisti è possibile scegliere tappezzerie su cui ci si può disegnare sopra (come nel nostro modello Tinta Lousa).
  • Se avete scelto un motivo “chiassoso” per la carta da parati, l’arredo dovrà essere minimalista e semplice.
  • Esistono tantissimi sistemi per organizzare le cose dei vostri bambini così da mantenere la stanza in ordine.

altersgerechte-Kindertapeten

Le varie fasi di sviluppo dei bambini

Le diverse fasi di sviluppo di un bambino, connesse con la sua età, determinano la sua percezione ed i suoi interessi e sono un ottimo modo per orientarsi nella scelta di una carta da parati per la loro stanza.

Neonati o infanti - il primo anno di vita

È normale per molti genitori in attesa del primo bambino arredare la stanzetta prima che questo sia ancora nato. Nella scelta della tappezzeria spesso ci si orienta verso modelli classici con colori pastello e motivi con animaletti o fiabe. Non ci si chiede mai però se il bambino sarà in grado di vederli.

Alla nascita un bambino riesce a vedere fino ad un massimo di 20-30 cm, arrivando a vedere la massimo la faccia dei propri genitori. Un neonato vede prevalentemente contrasti di luce e chiaroscuri. Dopo qualche tempo altre facce diventano anch’esse interessanti ed i bambini iniziano ad imparare da queste e ad imitare le espressioni facciali. Dopo uno o due mesi cominciano a focalizzarsi su oggetti e movimenti: I colori primari, quali il rosso, il giallo ed il blu sono quelli che attirano la sua attenzione. Non sono ancora in grado di distinguere fra diverse tonalità dello stesso colore.

La loro vita miglior con il passare dei mesi e dopo qualche tempo il bambino è in grado di vedere un oggetto da una certa distanza e allungare il braccio per toccarlo. Gli occhi si abituano all’ambiente e la stanza diventa un luogo di esplorazione visiva. Al compimento del primo anno di età la vista si è sviluppata fino a circa il 50%.

Essere consapevoli di questo percorso aiuta nella scelta della giusta carta da parati per la stanza dei bambini. Colori amichevoli, felici e chiari aiutano a creare una calda atmosfera di benessere - ma questo non significa che si debba per forza scegliere fra azzurro e rosa! Non limitate la vostra scelta ai colori pastello, dato che abbiamo appena imparato come i neonati vedano solo i colori primari. Per esempio, evidenziare una parete con una carta da parati a motivi gialli, con amichevoli facce di animali potrebbe essere la soluzione ideale. Una parete con motivi con una varietà di animali, fiori ed alberi in colori primari (ad esempio il nostro modello Pepko) è in grado di attrarre l’attenzione del bimbo, che scoprirà poi a poco a poco tutti i dettagli. Tappezzerie con grandi motivi a stelle o a nubi hanno anch’esse un effetto calmante e rilassante.

Pepko-A_8209215996b16462b8e

Cloud-B_4201115996b15b29125   Cendie_4309315996b158a052d

Lattanti - bimbi da uno a tre anni

Durante i primi 12 mesi di vita, i bambini si sviluppano a piccoli passi. Questo cambia al compimento del primo anno di età, quando lo sviluppo prende un’accelerazione. Per esempio la loro vista migliora molto rapidamente. Questi progressi includono la percezione di spazi tridimensionali e la chiarezza nella visione dei colori, che significa che il bimbo è ora più capace di distinguere fra i colori. Il campo della visione periferica è ancora limitato fino al 30% e raggiungerà il suo massimo potenziale solo fra i 10 ed i 12 anni.

I bambini di questa età imparano a camminare ed a parlare e in brevissimo tempo diventeranno dei perfetti imitatori. Nulla è più sicuro, dato che vogliono esplorare il mondo intorno a loro con le mani, i piedi, la bocca e la voce. Durante questi anni molto impegnativi è importante che il bambino si prenda molti periodi di pausa e faccia tanti sonnellini - e non c’è nulla di meglio che farli nella propria comoda cameretta. Le tappezzerie a motivi possono essere il perfetto sfondo sia per giocare che per rilassarsi. Troverete dei perfetti esempi nel nostro campionario, ad esempio Loddi, Before a Rainbow, Flamingo Oasis o Croaking Roommate.

Loddi-A_8209015996b161a4ae7   Before-a-Rainbow-A_4618815996b157c1652

Flamingo-Oasis-A_4618615996b16029d74   461841-B_Croaking-Roommate5996b15572f08

I movimenti ripetitivi migliorano le capacita motorie, il bambino diventa più bravo ad aprire e chiudere cose, capisce come oggetti ed azioni siano connessi e continua il suo viaggio di scoperta. A partire dai due anni, molti bimbi cominciano ad essere affascinati dalla possibilità di costruire cose, per esempio torri fatte di blocchi di legno. I bambini cominciano a parlare usando brevi frasi ed il loro vocabolario contiene dalle 50 alle 150 parole. Cominciano ad assaporare l’indipendenza e sviluppano un loro proprio gusto per quanto riguarda forme e colori. Questo significa che i bambini possono dare la propria opinione nella scelta della carta da parati per la propria cameretta.

I giochi di ruolo diventano sempre più importanti e avere interessanti orizzonti di gioco sulla parete della camera può ispirare l’immaginazione. I bambini possono scegliere il proprio personaggio preferito sulla carta da parati, farne il proprio “compagno di giochi” ed immergersi in nuovi e fantastici viaggi con la propria immaginazione. Potete trovare alcune favolose tappezzerie perfette per giocare nel nostro negozio di carta da parati, per esempio Bambu, Enake, My favorite Animals o Emma.

Bambu-A_3891525996b156b7c73   Enake-B_8209315996b15e6543d

My-favorite-Animals-B_4619025996b16283b14   emma_106151

L’età dell’asilo - I bambini fra i tre ed i sei anni

Fra i 3 ed i 6 anni la maggior parte dei bambini passa parte della propria giornata all’asilo o in attività prescolastiche. Qui aumenta la loro conoscenza del mondo che li circonda e si imparano importanti competenze interpersonali. I bambini sono a contatto con i loro coetanei e imparano l’ordine, le gerarchie e le regole dell’interazione umana. Ogni giornata è dunque piena di nuove impressioni.

La stanza dei bambini diventa sempre più importante per loro, dal momento che, a questa età, i bambini vi passano sempre più tempo, giocando e riflettendo sugli eventi della loro giornata. Si interessano di più a quello che li circonda ed hanno le loro idee riguardo a colori, motivi ed a come decorare le pareti della propria camera. Questa è anche l’età dove bambini e bambine cominciano a sviluppare preferenze diverse riguardo al design. Molte bambine in età prescolare adorano principesse, animali come gatti, cani e cavalli, ma anche creature fantastiche, come unicorni o panorami da fiaba con castelli. Anche gli animali dello zoo e isole di pirati attraggono la loro attenzione. I maschietti spesso preferiscono macchine, aeroplani e navi, oltre a scene con animali selvatici o da circo.

In termini di colore, entrambi i gruppi sono liberi di esercitare la propria scelta (non limitatevi ai tradizionali azzurro e rosa). Detto questo, sembra ci sia comunque una preferenza delle bambine di questa età verso tonalità di rosa o lillà, mentre i bambini preferiscono tonalità forti come il rosso, l’arancione o tonalità più fredde di blu e grigio.

A questa età i bambini hanno una idea abbastanza precisa di come debba essere la propria stanza. Nonostante questo è bene che i genitori tengano in considerazione fattori quali le dimensioni e la forma della stanza, oltre agli usi previsti, quando è il momento di decidere quali colori e motivi scegliere per la tappezzeria della stanza dei bimbi, dato che questi sono concetti ancora non alla portata di un bambino. In questi anni la stanza è usata molto per giocare oltre che per dormire, occorre dunque considerare un trattamento adeguato per la parete.

181341-B_Daria5996b1524a430

Clark-A_1813015996b159ec3cb

Dai 5 ai sei anni: l’età della scuola

È a questa età che comincia un nuovo ed eccitante capitolo nella vita dei bambini: cominciano ad andare a scuola! Con questa fase arrivano anche regole molto più definite, nuove esperienze in termini di interazione sociale e nuove battaglie per definire chi ha ragione. Negli anni che seguono comincia una fase di competizione, unita alla pressione per fare bene a scuola e cambiamenti nelle relazioni con amici e conoscenti. La personalità si forma e cresce la fiducia in sé stessi.

La propria camera ha ora nuove funzioni: è il posto dove il bambino dorme, studia, si ritira, oltre ad essere un posto dove invitare i propri amici. Le necessità della stanza dei bambini cambiano di conseguenza, dato che questa diventa più rappresentativa della loro personalità. Deve essere la stanza più bella e cool di tutte, una stanza di cui vantarsi.

Quando si parla di carta da parati, è possibile che questa diventi il tema di lunghe discussioni fra genitori e figli, dato che le rispettive idee su colori e motivi possono essere alquanto differenti. Le varie aree della camera devono essere decorate in modo che siano coerenti fra loro. Esiste solo una soluzione a questo dilemma: compromessi, compromessi, compromessi! I genitori sono devono imporsi sui figli ma spiegare in termini chiari il perché delle decisioni che occorre prendere. Uno dei compromessi può essere quello di evidenziare una delle pareti con una tappezzeria con i colori o il motivo preferito del bambino, mantenendo le stesse tonalità di colore sulle pareti restanti.

La carta da parati per bambini in età prescolastica offre spesso i loro personaggi, animali o attività preferite, ma queste immagini sono ora meno infantili e più precise o bizzarre. Piacciono anche forme geometriche, combinazioni di colori forti o motivi astratti. A molti bambini piacciono inoltre tappezzerie con caratteri tipografici con lettere o numeri. Fra i design della carta da parati a motivi raccomandati per bambini di questa età vi sono: 1960s Marvel Heroes, What does the Fox say, Feigola, Rush Hour, Tamesis, Girl Friends.

430792-1_1960s-Marvel-Heroes5996b153625ed   461441_What-does-the-Fox-say5996b15499a93

feigola_4613795996b15f644f3   rush_hour_4200515996b1656aac1

Tamesis-A_2506145996b1663d5dc   Girl-Friends-A_4618315996b160d7173

Con il passare degli anni, i bambini diventano via via più consapevoli dei loro gusti e vogliono che la propria personalità sia riflessa nei motivi e colori della carta da parati che scelgono. La pubertà è una sfida per molti genitori e a loro raccomandiamo di leggere l’articolo del nostro blog Carta da parati cool per adolescenti - basta che non piaccia ai miei genitori!

Un paio di parole sulle caratteristiche di pulizia della carta da parati per la stanza dei bambini

È nomale che la stanza dei bambini soffra un po’ di più delle altre stanze della casa in termini di sporcizia e danni, ma questo non vuol dire che siate obbligati a scegliere una carta da parati lavabile. Dipende infatti dall’età del bambino.

Le tappezzerie lavabili e spugnabili per le stanze dei bimbi possono essere pulite con un panno inumidito e sono dunque una ottima scelta per bambini molto piccoli o in età prescolare, dato che le loro piccole dita, coperte di cibo, vanno a esplorare le figure sulla parete e la bottiglia del latte può finire sulla parete anziché in bocca…