I baffi del gatto (o del cane)! Quale carta da parati scegliere se avete animali domestici?

Finalmente è sulla parete – la vostra meravigliosa nuova carta da parati, una festa per gli occhi ed i sensi. Questa sensazione di felicità ha purtroppo una vita corta, dal momento che Fido e Birba hanno scoperto anche loro di amare la vostra nuova tappezzeria e ci stanno dando sotto. I graffi e le zampate fanno ovviamente impazzire mamma e papà…

Gran parte dei possessori di animali domestici conosce questa storia e l’argomento è dibattuto in tantissimi forum su internet. È ovvio che trovare la vostra nuova, bellissima carta da parati fatta a pezzi è cosa traumatizzante e nessuno ha i soldi, il tempo o la voglia di ripetere il processo di applicazione numerose volte all’anno.

Quali tipi di carta da parati possono essere utilizzati se avete animali domestici e sono le tappezzerie davvero la soluzione migliore per decorare le vostre pareti? Vediamo di approfondire la cosa. Cominciamo con il dire una cosa fondamentale: la carta da parati perfetta, a prova di cane e gatto, non esiste, dal momento che non c’è soluzione per animali che amino graffiare, dal momento che questo è un comportamento istintivo, specialmente per i gatti. Cani e gatti non hanno però necessariamente bisogno di usare la vostra carta da parati per seguire il loro istinto! Come per tante cose nella nostra vita, occorre prima analizzare le ragioni e poi agire di conseguenza. Quei graffi e strappi così sgradevoli possono presto essere una storia di ieri dal momento che gli animali sono capaci di adattarsi, ma il padrone deve sempre rimanere vigilante.

Le ragioni per cui gatti e cani danneggiano la vostra carta da parati
Prendersi cura delle proprie unghie e marcare il territorio è nella natura di cani e gatti, che sono dunque sempre alla ricerca di superfici adatte a quello scopo. Controllare l’efficacia delle proprie unghie è un bisogno naturale che i gatti seguono spinti dall’istinto. Hanno bisogno di superfici che offrano della resistenza e la ruvidezza della carta da parati è l’ideale, specialmente se non hanno altro modo di affilare i loro artigli o se le opzioni offerte non sono adatte per loro.

I graffi sulla carta da parati possono anche essere un modo di marcare il territorio. Questo comportamento è spesso tipico di gatti vecchi quando nuovo gatti vengono portati a casa. Questi graffi hanno anche una componente olfattiva rilasciata dalle ghiandole sebacee e sudorifere delle zampe. Lo scopo è quello di segnalare agli altri gatti che “Questo territorio è già occupato!”. Un simile comportamento è anche caratteristico di gatti sessualmente maturi.

Altre ragioni che possono portare un gatto a distruggere la vostra carta da parati sono la mancanza di attenzione e/o la noia, oltreché lo stress, la tensione, o una malattia.

Per quanto riguarda i cani, la motivazione più comune è solitamente la carenza di attenzione, cure non sufficienti o la carenza di stimoli. Cani giovani possono inoltre considerare la carta da parati come una specie di gioco.

Carta-da-parati-graffiata

Determinare le ragioni ed eliminarle
Per aiutarvi a determinare le ragioni per cui i cani ed i gatti attaccano la carta da parati abbiamo messo insieme una lista di trucchi e suggerimenti creata da altri proprietari di animali domestici.

Avete messo a disposizione del vostro gatto attrezzi per il mantenimento delle proprie unghie nella stanza? Gli esperti raccomandano di avere un tiragraffi diverso per ogni gatto che avete in casa. Questi sono la soluzione ideale dal momento che i gatti possono utilizzare le loro zampe posteriori, lo stesso comportamento che mostrano quando graffiano la carta da parati. Il tiragraffi deve essere molto stabile, dal momento che se dondola o cade il gatto andrà presto alla ricerca di altri oggetti che lo soddisfino. Ai gatti piace avere una buona visuale dell’ambiente che li circonda e per questo motivo il tiragraffi deve essere posizionato in un punto dove i gatti possono osservare la stanza.

Se un gatto comincia a “lavorare” sulla vostra carta da parati poco dopo l’arrivo di un altro gatto, è probabile che stia marcando il territorio.

Diamo ora un’occhiata ai fattori di stress, la noia e il deficit di attenzione. Per esempio se i gatti si mettono a graffiare la carta da parati in presenza dei loro padroni in un modo apparentemente provocatorio, stanno semplicemente cercando di attrarre la loro attenzione. È essenziale reagire nel modo corretto. Se scacciate solo via il gatto dalla carta da parati questo scenario si ripeterà presto, dal momento che il gatto ha, a suo modo, raggiunto il suo scopo. È meglio cercare di ignorare il loro comportamento e cercare invece di attrarli verso il tiragraffi, magari con un qualcosa di buono e riempirli di attenzione e complimenti se utilizzano questo per affilare le proprie unghie. Bisogna avere un po’ di pazienza e dare al gatto il tempo di capire bene cosa volete da loro.

Cercate di osservare se il vostro gatto attacca la carta da parati quando è spaventato o sotto stress, per esempio quando ci sono rumori forti o ci sono ospiti in casa.

Se trovate la carta da parati danneggiata al ritorno dopo una lunga giornata di lavoro è probabile che si tratti di noia e mancanza di distrazioni. In questo caso provate a comprare qualche gioco per gatti divertente e capace di metterli alla prova. Li trovate in tutti i negozi per animali.

Gatti-che-graffiano-il-muro

Anche i cani usano talvolta la carta da parati per scaricarsi quando sono annoiati – o semplicemente per attrarre la vostra attenzione. Questo comportamento nei cani può però anche mascherare problemi durante l’addestramento o persino malattie. Le ragioni vanno determinate caso per caso.

Non vogliamo andare troppo nel dettaglio in termini di contromisure da adottare per proteggere la vostra carta da parati, dal momento che ci sono innumerevoli forum su internet di padroni di cani e gatti in grado di offrirvi tanti suggerimenti in merito. La nostra esperienza ci dice però che molte di queste “soluzioni” hanno bisogno di un po’ di fortuna e non funzionano per ogni cane o gatto. Altre possibili soluzioni (pannelli in perspex, tappeti in agave, o pannelli tiragraffi appesi alle pareti) non sono probabilmente un’opzione per conoscitori di carte da parati di design.

Quello che vi raccomandiamo è di essere attenti ai bisogni del vostro animale. Il suo benessere è responsabilità vostra, non è solo un compagno da coccolare occasionalmente. Attenzione, addestramento e processi di apprendimento dono fondamentali per creare e mantenere un’armoniosa atmosfera di coesistenza. Potete trovare molte altre informazioni in merito sia online che su libri specializzati ma soprattutto parlando con esperti addestratori di cani. Analisi della radice delle cause e delle possibili soluzioni sono il punto di partenza per una carta da parati senza graffi. Il vostro animale domestico deve capire che la tappezzeria è tabu e che ci saranno delle conseguenze se non rispetta le regole che avete imposto.

Quali carte da parati scegliere per possessori di animali domestici
Non siamo purtroppo in grado di garantirvi che i nostri suggerimenti funzionino nel 100% dei casi dal momento che questo tipo di comportamenti è semplicemente troppo complesso e imprevedibile. Speriamo però che alcune delle soluzioni proposte possano esservi d’aiuto.

- Scegliete carta da parati con superfici lisce così da non tentare i vostri animali. Superfici dalla struttura complessa attirano i graffi di cani e gatti.

- I gatti adorano la carta, quindi provate a scegliere modelli in non tessuto o in vinile con superfici lisce o ricoperte.

- È cosa risaputa che i gatti non amino superfici metalliche come la carta stagnola. Di conseguenza carte da parati metalliche potrebbero essere una soluzione.

- Potete anche provare ad aggiungere uno strato di vernice di lattice alla vostra carta da parati per proteggerla contro i graffi. Questo strato protettivo, liscio e trasparente, permetterà inoltre alla vostra tappezzeria di divenire spugnabile, prevenendo così segni e macchie.

- A causa della loro superficie ruvida, le carte da parati fatte in fibre naturali quali la canapa sisal, la rafia, il lino, la juta e vari tipi di pianta, non sono adatte ai possessori di animali domestici, in quanto sono un invito ad essere graffiate. Per lo stesso motivo sconsigliamo le varietà con perline ed effetti luccicanti.

Informazioni riguardo a spray repellenti per i gatti, oli o essenze per la protezione della vostra carta da parati
Ai possessori di animali domestici viene spesso consigliato di usare spray repellenti per i gatti, o essenze che prevengano cani e gatti dal graffiare le superfici. È importante notare come, a causa degli ingredienti contenuti in tali prodotti, questi possano danneggiare la vostra carta da parati. Come dice il nome stesso, oli profumati contengono sostanze oleose che possono lasciare macchie di grasso, anche se diluite.

La composizione delle sostanze e dei componenti negli spray repellenti e spesso poco chiara per il profano e le superfici di carta da prati ricoperta o di quelle ricoperte da uno strato in vinile può essere danneggiata quando lo spray viene applicato.

Se decidete comunque di provare uno di questi metodi, fate un test su un’area poco importante come per esempio dietro un divano ed attendete per vedere se si forma una macchia. Dal momento che i gatti preferiscono aree vicine agli stipiti della porta, dal momento che possono usarli per alzarsi in piedi per graffiare, un’idea può essere quella di applicare il prodotto repellente sullo stipite. Ricordate però che, a seconda del materiale e della superficie dello stipite, anche questo potrebbe macchiarsi.