Come tappezzare il soffitto

Come-tappezzare-il-soffitto-Misurate-e-segnate-la-prima-striscia-di-carta

1 Misurate e segnate la prima striscia di carta

Quando si tappezza una stanza è importante cominciare sempre dal soffitto. Generalmente so tappezza il soffitto longitudinalmente e in direzione opposta alla finestra (o la direzione da dove proviene la luce), così da evitare la creazione di ombre poco gradevoli. Potete seguire i passi descritti qui sotto anche se decidete di tappezzare lateralmente.

In generale:
Lavorare sopra la propria testa non è mai cosa facile, anche per i professionisti. Vi potete rendere la vita più facile se vi posizionate su uno scalino della scala ad un’altezza che lasci almeno 10cm di distanza fra la vostra testa ed il soffitto. Questa posizione evita inoltre l’accumulo di pressione sui muscoli del collo.

Assicuratevi che la scala sia posta su una superficie non scivolosa, così che non si muova mentre state lavorando. Ricordatevi di utilizzare esclusivamente scale stabili e non danneggiate!

Misurate la prima striscia di carta da parati sul vostro tavolino a cavalletto, in base alla lunghezza del soffitto, aggiungendo 5 cm ad ogni lato. Per evitare brutte sorprese è una buona idea segnare il soffitto con una linea diritta prima di cominciare. La giusta misura da calcolare per questa linea è la larghezza della carta da parati meno 2 -3 cm (dal momento che le misure della carta da parati includono una eccedenza). Usate il vostro metro pieghevole e prendere misure di circa 50 cm in vari punti lungo il soffitto (per la lunghezza) e fate un segno a matita dove avete misurato. Utilizzate una livella ad acqua per connettere i segni sul soffitto e creare un’unica linea diritta.

Alternativamente potete usare una linea guida. Si tratta di un filo ricoperto di polvere di gesso (solitamente rossa), che lascia una linea perfettamente diritta sul soffitto. Tutto quello che dovete fare è segnarvi due punti ad entrambi i lati del soffitto (a 50 cm dalla fine). Battete due chiodini sottili sui punti segnati e legateci il filo. Tirate ora il centro del filo verso di voi e lasciatelo andare. La corda andrà a toccare il soffitto creando una riga perfetta lungo l’intera superficie.

Suggerimento

Quando posate della carta da parati in tessuto non tessuto, dovrete applicare la colla direttamente sulla parete invece che sul retro della carta da parati. Questo cancellerà parzialmente la linea guida, rendendola inutilizzabile. Se avete deciso di applicare la colla sulla parete per aumentare la capacità adesiva, usate una matita per tracciare la riga, dato che questa non si cancella facilmente. Per questo tipo di carta da parati è quindi più opportuno usare una livella ad acqua per segnare la prima riga.  

Come-tappezzare-il-soffitto-Applicare-la-pasta-adesiva-al-soffitto

2 Applicare la pasta adesiva al soffitto

Per prima cosa mescolate la colla. Troverete delle istruzioni dettagliate su come fare questo nei nostri articoli Come posare carta da parati a base di carta e Come posare una carta da parati in tessuto non tessuto. Per il soffitto vi suggeriamo di mescolare un impasto un po’ più denso, ovvero di ridurre di un poco l’ammontare di acqua.

Seguite i passi seguenti, a seconda del tipo di carta da parati usata:

Carta da parati a base di carta

Sistemate il telo di carta da parati tagliato sul tavolo da lavoro a faccia in giù. Quando applicate la pasta adesiva, ricordate ce il telo andrà piegato in un rapporto 1:3, ovvero 2/3 del telo da un lato ed 1/3 da quell’altro. Dividete il telo in tre parti e calcolate dove piegarlo. Potete fare dei segni sul tavolo da lavoro o sulla carta da parati stessa per facilitarvi il lavoro. Applicate la colla generosamente ed in maniera omogenea utilizzando una pennellessa. Partendo dal centro, muovetevi verso l’esterno, facendo particolare attenzione ai bordi. Ora piegate il telo con cura, evitando sovrapposizioni. Consultate le istruzioni del fabbricante per sapere quanto a lungo l’impasto deve rimanere a bagno nell’acqua.

Prima di cominciare a posare la carta da parati, potete anche applicare la colla alla parete per aumentare la capacità adesiva (ricordate che potreste così cancellare le linee guida, quindi usate una matita se decidete di farlo). Potete applicare la pasta adesiva durante il tempo di ammollo (di solito circa 5-10 minuti). Assicuratevi di attendere lo stesso tempo per tutti i teli, dato che questo avrà conseguenze importanti sul risultato finale.

Prima di cominciare coprite i termosifoni per ripararli dagli spruzzi e chiudete le finestre. Assicuratevi di aver staccato la corrente (rimuovendo i fusi!) e smontate le armature per l’illuminazione assieme alle lampadine, così da poter ritagliare poi più facilmente gli spazi per questi.

Carta da parati in tessuto non tessuto

Per questo tipo di carta da parati dovrete applicare la pasta adesiva solo al soffitto. Applicatela in maniera omogenea e generosamente, ma senza eccedere o sgocciolerà! Usate un rullo da pittura di piccole dimensioni attaccato ad un tubo telescopico. Per il primo telo, cominciate alla modanatura del soffitto e usate il rullo per distribuire la pasta adesiva fino alla linea guida. Passate leggermente oltre la linea per garantire che i bordi rimangano incollati. Per questo metodo non si necessitano tempi di attesa. Potete passare direttamente al prossimo passo.

Come-tappezzare-il-soffitto-Posare-la-carta-da-parati

3 Posare la carta da parati

Una volta che la tappezzeria a base di carta è stata impregnata per il tempo stabilito/la pasta adesiva è stata applicata sul soffitto, potete cominciare a posare il primo telo della vostra carta da parati. Non abbiate paura, è più facile di quello che pensiate! Una volta che avrete finito, sarete orgogliosi del vostro risultato!

Anche in questo caso i passi da seguire dipendono dal tipo di carta da parati che avete scelto.

Carta da parati a base di carta

Prendete la carta da parati impregnata dal lato più corto e salite, facendo attenzione, sulla scala. Avrete bisogno di aiuto: un’altra persona dovrà usare una scopa pulita per tenere al suo posto la carta da parati così che voi vi possiate muovere più facilmente. Aprite il lato più corto, allineatelo alla linea guida e premete il telo con le eccedenze sul soffitto verso i lati della parete. Continuate poco a poco. Aprite la carta piegata solo quel tanto che vi serve senza dovervi contorcere. Controllate sempre di stare seguendo la linea guida. Mentre fate questo il vostro aiutante terrà in posizione con la scopa, la carta ancora piegata.

Una volta che il telo è posizionato e diritto, premetelo leggermente sul soffitto con il vostro pennello partendo dal centro verso i lati, così da rimuovere ogni bolla d’aria rimasta e spalmare la colla in modo omogeneo. Usate il rullino schiaccia cimosa per i bordi, facendo attenzione ad usare il modello corretto per la vostra carta da parati. Per carta da parati in rilievo o sensibile alla pressione, usatene uno con un rivestimento in gommapiuma per evitare danni. Se dell’adesivo dovesse fuoriuscire dai bordi, rimuovetelo immediatamente con uno straccio pulito o una spugna. Troverete ulteriori informazioni su come posare questo tipo di tappezzerie nell’articolo: Come posare carta da parati a base di carta.

Suggerimento

Siate pazienti e precisi per posare il primo telo, dal momento che questo sarà decisivo per la riuscita del progetto.

Lasciate asciugare i teli ad una temperatura di circa 18 – 20 gradi Celsius. Evitate spifferi o di alzare troppo la temperatura e resistete alla tentazione di usare asciugacapelli o ventilatori.

Carta da parati in tessuto non tessuto

Appoggiate con cura il telo piegato di carta da parati sul vostro braccio e salite sulla scala. Allineatelo alla linea guida e srotolatelo lentamente, tenendo presente le eccedenze per entrambe le pareti. Premetelo leggermente sul soffitto con il vostro pennello e, partendo dal centro verso i lati, rimuovete le bolle d’aria. Una volta che il telo è posizionato, usate il rullino schiaccia cimosa per le aree più delicate (i bordi). Per ulteriori informazioni consultate: Come posare una carta da parati in tessuto non tessuto.

Come-tappezzare-il-soffitto-Tagliare-le-eccedenze

4 Tagliare le eccedenze

Ancora due passi ed avrete finito con il vostro primo telo! Usate un taglierino, una riga da tappezziere, un righello lungo o una grossa spatola per tagliare le eccedenze da entrambi i lati, dal momento che tagliare per l’intera lunghezza del soffitto con le forbici sarebbe troppo difficile. La carta da parati non deve essere né troppo umida, né troppo asciutta.

Usate la riga da tappezziere, la spatola o il righello per premere la carta da parati sugli angoli verso la parete ancora una volta. Prendete poi il taglierino e tagliate la carta con attenzione cercando di andare il più diritto possibile. Avrete bisogno di una mano ben ferma, specialmente quando dovrete tagliare all’intersezione fra due pareti, per evitare di strappare la carta da parati.

Come-tappezzare-il-soffitto-Ritagliare-un-buco-per-l-armatura-per-l-illuminazione

5 Ritagliare un buco per l’armatura per l’illuminazione

Di solito su ogni soffitto è presente un’armatura per l’illuminazione che voi avrete rimosso prima di aver cominciato il lavoro. Davanti a voi avete ora un piccolo buco nel soffitto da cui fuoriescono i cavi per la luce.

Dovrete tenerne conto quando posate la carta da parati, tagliando un buco nel telo nel modo più accurato possibile.

  • 1 Posate il telo (vedere il passo 3) e pennellatelo leggermente sopra il punto dove si trovava l’armatura. Dovreste sentire i cavi ed il buco nel soffitto attraverso la carta da parati.
  • 2 Usando delle forbici appuntite ed affilate tagliate la carta da parati in linee radiali attorno al cavo, così da poterlo far passare fuori. I tagli devono essere di circa 1-2 cm.
  • 3 Continuate ora a premere la carta da parati e usate il rullino schiaccia cimosa per posizionare la carta con cura.
  • 4 Se avete fatto un buon lavoro i tagli radiali non dovrebbero essere più visibili una volta che la carta da parati si è asciugata.