Come riparare danni alla carta da parati sulla parete

Nessuno li ama ma, anche se la si tratta con la massima cura sono inevitabili: danni in tutte le forme e di tutte le misure, di vario tipo e severità. È nella natura delle cose che la parete con un danno alla carta da parati sia sempre quella più visibile. Sembra che i nostri occhi siano magicamente attirati dall’area danneggiata. Presto diventa una fonte d’irritazione e ci annoia costantemente.

Riparare un danno può essere complicato, specialmente se la carta da parati è a motivi o presenta una superfice speciale o molto strutturata. Non abbiate timore: con il nostro aiuto ed i nostri suggerimenti risolverete il problema in un battibaleno. Basta un po’ di pazienza e di abilità per risolvere facilmente la maggior parte dei problemi. Detto questo esistono danni che non si possono riparare, ma anche qua abbiamo qualche trucco da fornirvi per nascondere il problema.

Non preoccupatevi dei danni
Piccoli incidenti possono sempre succedere ed è inevitabile che prima o poi un oggetto appuntito voli attraverso la stanza e vada a scontrarsi contro la carta da parati, tagliandone via un pezzetto. Spostare il mobilio, le pulizie giornaliere o piantare chiodi o viti nelle pareti può provocare danni ad essa, e di conseguenza alla carta da parati. Se poi il vostro animale domestico decide di affilarsi le unghie contro la parete, vi suggeriamo di non riparare solo il danno ma anche di affrontarne i motivi (leggetevi: I baffi del gatto (o del cane)! Come scegliere la carta da parati adatta per un animale domestico).

I bambini giocano spesso in cucina ed in soggiorno e anche questo può portare a dei danni alla carta da parati. Questo è perfettamente normale, esiste una soluzione per la maggior parte di questi problemi - e se non ci fosse, esistono trucchi per aiutarvi a nascondere i danni - e, nel peggiore dei casi, potete sempre confortarvi all’idea di avere una nuova carta da parati. Non è un pensiero che vi fa già sentir meglio?

Strumenti base per riparare la carta da parati
Come probabilmente già sapete è sempre una buona idea ordinare un po’ più carta da parati di quanto ne avete bisogno al momento. Un altro rotolo (o, meglio, due) è sempre di aiuto quanto si tratta di eseguire piccole riparazioni. Una volta mescolate, la pasta adesiva per carta da parati può essere usata solo per un periodo di tempo limitato, e non è certamente utilizzabile se ne avete bisogno mesi, o anni, dopo. Potete comprare in un qualsiasi negozio di fai da te tubetti di pasta adesiva già mescolata, o concentrati liquidi pensati proprio per questo tipo di situazioni. Scegliete l’adesivo appropriato alle caratteristiche della carta da parati che dovete riparare. Se avete bisogno di rimpiazzare un intero telo di carta da parati, vi suggeriamo di utilizzare un intero pacchetto di pasta adesiva da mescolare.

Avrete bisogno di stracci e teli puliti che non lascino peli, pennelli di precisione, un rullo schiacciacimosa, ed un taglierino. Disponete i vostri strumenti a portata di mano, ed assicuratevi di cominciare il lavoro quando avete abbastanza tempo a disposizione e non siete sotto stress.

Bordi staccati
Questo non è un danno nel vero senso della parola, ma è uno dei problemi più frequenti quando si ha a che fare con la carta da parati. È poco bello da vedere. Munitevi di un tubetto di adesivo e di un pennello di precisione e risolverete il problema in un attimo. Per prima cosa sollevate con attenzione il bordo della carta da parati, così da poter trattare tutto l’area asciutta in questione. Applicate poi la pasta adesiva alla parete o alla parte posteriore della carta da parati ed utilizzate un panno pulito per pareggiarla bene sulla parete. Rimuovete ora l’eccesso di pasta adesiva con un altro panno pulito, lasciate asciugare il tutto e passateci sopra il rullo schiacciacimosa. Ecco fatto!

Danni tipici e come ripararli
Qui sotto troverete una selezione dei danni più classici che si possono incontrare e le soluzioni migliori da adottare!

- Lo strato superiore è danneggiato ma la carta da parati non si è staccata
Può succedere che lo strato superiore rimanga danneggiato, ma senza staccarsi completamente dalla parete. In questi casi potete usare la pasta adesiva o un adesivo per riattaccarlo con cura allo strato di supporto. Fate molta attenzione quando premete, dato che lo strato superiore, una volta bagnato, può strapparsi con facilità.

Tapetenstueck-Austauschen

- Una sezione della carta da parati deve essere rimpiazzata
Se un’area grande o piccola della carta da parati è stata danneggiata (per esempio graffiata), ha un buco o è stata a contatto con agenti chimici o altre sostanze in grado di provocare macchie che non possono essere lavate, non avete altra scelta che rimpiazzare la parte danneggiata con una nuova sezione di carta da parati.

Per prima cosa prendete una matita ed un righello e disegnate un riquadro (quadrato o rettangolare a seconda delle dimensioni e della forma del danno) attorno all’area in questione. Utilizzate poi un taglierino per ritagliare quest’area e rimuovere la parte danneggiata. A seconda del tipo di carta da parati che vi trovate di fronte potreste aver bisogno di inumidire prima l’area da rimuovere con dell’acqua insaponata (se si tratta di tappezzerie a base di carta ricordatevi di graffiare l’area, così da permettere all’acqua di penetrare nella carta da parati). Se state lavorando con una carta da parati in tessuto non tessuto potete semplicemente strappare via il pezzo in questione.

Se avete a che fare con una tappezzeria a motivi o con strutture particolari, può essere necessario fare prima qualche esperimento. Prendete un nuovo rotolo di carta da parati, o un ritaglio che vi è avanzato e scegliete una sezione che combaci con il motivo della parte danneggiata. Ritagliate ora la toppa delle stesse dimensioni della sezione che volete utilizzare e AGGIUNGETE 5 cm da ogni lato. Posizionate questo ritaglio sulla parte di muro dove volete applicarlo ed allineate il motivo o la struttura. Usate il taglierino per tagliare lungo la linea dove le due sezioni si sovrappongono per creare un pezzo delle dimensioni esatte della parte “vuota” dove va infilato (metodo a doppio taglio). Se ci sono delle rimanenze che sporgono, potete tagliarle, sempre facendo attenzione.

Doppelnahtschnitt

Se state eseguendo la riparazione da soli, usate una spatola liscia per tenere la sezione tagliata in posizione mentre la state tagliando. Alternativamente potete usare del nastro adesivo, formando un anello per renderlo adesivo da entrambi i lati e tenere temporaneamente in posizione la carta da parati. Sarà facile poi da rimuovere.

Controllate la parete prima di incollare il nuovo pezzo. Spesso i danni vanno più a fondo della sola carta da parati, nel qual caso dovrete riparare anche la superfice del muro. Se era stato utilizzato dell’adesivo a dispersione per incollare la tappezzeria, dovrete prima rimuoverne i resti. Per assicurarvi che la nuova sezione rimanga ben incollata, occorre che la parete sottostante sia liscia e pulita. Questo può voler dire dover applicare prima anche del primer di profondità.

Sostituire un intero telo di carta da parati
Se l’intera superfice del telo di carta da parati è danneggiato o sporco, può essere più semplice rimuoverlo e sostituirlo con uno nuovo. Questo può succedere se per esempio dovete installare una nuova linea elettrica con il conseguente buco lungo una lunga sezione di mattoni.

La carta da parati in tessuto non tessuto è la più facile da sostituire quando si tratta di rimpiazzare un intero telo., dato che è possibile semplicemente rimuovere quello vecchio tirandolo. Bisogna però agire con cautela per evitare che i teli adiacenti non rimangano danneggiati nel processo. Se avete a che fare con carta da parati a base di carta o altri tipi di tappezzeria che necessitano di essere graffiati e bagnati per poter essere rimossi, il rischio di danneggiare i teli adiacenti è ancora più alto, quindi agite con molta cautela.

Quando tagliate un nuovo telo ricordatevi di aggiungere il rapporto e di fare attenzione ad allineare bene i motivi. Se state applicando la pasta adesiva direttamente alla parete, fate molta attenzione ai bordi laterali verso i teli confinanti. I resti bagnati di adesivo devono essere rimossi immediatamente dai teli adiacenti. Potete trovare ulteriori informazioni su come applicare un telo correttamente nella nostra guida per carta da parati Come tagliare correttamente la carta da parati.

Beschaedigte-Tapete-reparieren

Suggerimenti per rimpiazzare sezioni o interi teli di carta da parati
Non appena posata sulla parete, la carta da parati è esposta alla luce e ad altri agenti ambientali. Questo significa che - a seconda della durabilità e della resistenza alla luce - i colori e l’aspetto di questa cambiano con il passare del tempo. I colori sbiadiscono, diventano più chiari, oppure la polvere e lo sporco nell’aria si posano sulla struttura della tappezzeria e la rendono pian piano sempre più scura. I nuovi pezzi, o i nuovi teli di carta da parati non sono stati esposti a queste influenze e hanno un aspetto più fresco e brillante in termini di colore, specialmente non appena completata la riparazione.

Bisogna tenere presente questo fattore, dal momento che a volte i nuovi pezzi o i nuovi teli possono risaltare ancora più del danno che sono andati a riparare. Vi raccomandiamo dunque di controllare prima di cominciare il lavoro, affiancando una larga sezione della nuova carta da parati a quella già posata sulla parete. Se non vedete differenze, siete stati fortunati. Se invece la differenza è ovvia vi suggeriamo di riconsiderare i vostri piani, dato che ci vorrà molto tempo prima che le differenze si appianino.

Se qualcosa è andato male nella riparazione: un paio di trucchi per far sparire il danno:
A volte le riparazioni non hanno successo - o peggiorano la situazione! Spesso non vale la pena di riparare piccoli difetti e ci sono altre soluzioni per aggirare il problema.

I nostri piccoli trucchi non sono forse innovativi per molti fra voi, dato che alcuni ci arrivano in maniera intuitiva. A seconda delle dimensioni del danno, potete coprirlo con quadri, stendardi, arredi da muro o altre decorazioni. Gli specchi sono una ottima soluzione dato che creano una sensazione di spazio e ben si abbinano alla carta da parati a motivi già esistente.

Alternativamente potete mettere armadi o cassettiere di fronte all’area danneggiata. Spesso spostare il mobilio crea nuove prospettive ed i designer d’interni raccomandano di farlo di tanto in tanto per ravvivare l’ambiente. È l’equivalente del “prendere due piccioni con una fava”.

Se il danno è vicino alle finestre potete utilizzare lunghi tendaggi per nascondere i danni, rimanendo nel frattempo caldi e nascondendovi dallo sguardo dei curiosi.

 
 

Scrivi il tuo commento

 

I campi contrassegnati da * sono obbligatori.